Loading...

Dieta Brucia Grassi: consigli e Menù di esempio

dieta bruciagrassiDieta bruciagrassi? In realtà dovrebbero esserle tutte, dato che dimagrire vuol dire appunto perdere grasso accumulato. Di cosa stiamo parlando allora quando parliamo di regime brucia-grassi?

Parliamo di una dieta fad, ovvero di quelle veloci (e in genere dai risultati non duraturi), che promettono risultati in brevissimo tempo. L’obiettivo di questa, come avrete capito, è quello di farvi perdere grasso in modo molto rapido, andando ad attaccare le masse di adipe che sono poi quello che disturba sia la salute, sia l’estetica di chi è in sovrappeso.

Vediamo insieme di che tipo di dieta si tratta, come seguirla e perché seguirla, in uno dei nostri classici approfondimenti sulle diete più popolari del momento.

Di cosa si tratta nello specifico?

Si tratta di una dieta in tutto e per tutto ipocalorica, che aggiunge però a questa sua caratteristica anche il fatto di essere una dieta che si basa, pochissimo, sui grassi.

Si tratta di una concezione vecchia come il mondo, e che purtroppo non ha nessun tipo di base scientifica. Non è detto infatti che semplicemente consumando meno grassi si possa andare a bruciare l’adipe accumulato in eccesso, anzi: nel caso in cui la dieta dovesse essere eccessivamente calorica, si continuerà ad accumulare grasso sempre e comunque, a prescindere da quelle che sono le quantità di grassi presenti nella dieta.

Si tratta dunque di una dieta che deve essere considerata per il suo funzionamento, ovvero che deve essere ritenuta esclusivamente come una dieta ipocalorica.

Mangiare meno grassi può far davvero dimagrire?

Forse sì, forse no, perché la quantità di grassi ingeriti è solo relativamente correlata con la perdita di peso. Bisogna comunque analizzare il quadro completo della dieta, come la ripartizione dei macronutrienti e la quantità di calorie assunte giornalmente: è lì che si gioca la partita contro il grasso.

Un piano d’esempio

Nonostante sia un piano che sconsigliamo di seguire, in quanto non più efficace delle altre diete ipocaloriche, siamo qui per presentarvi anche un menù tipico della dieta bruciagrassi. Vediamolo subito.

Colazione

A colazione possiamo bere un caffè senza zucchero e tre biscotti di crusca (o comunque integrali). Si tratta di una colazione misera, ma non ci si può aspettare molto di più da un piano che, nel migliore dei casi, si attesta al di sotto delle 1.300 calorie.

Spuntino

Come spuntino di metà mattinata possiamo consumare quello che è un frutto di stagione: va bene una pera, oppure una fetta di melone. La scelta sta semplicemente a voi.

Pranzo

Chi si aspetta un pranzo più ricco, forse rimarrà deluso. La dieta bruciagrassi prevede infatti:

  • 150 grammi di carne magra alla griglia (petto di pollo o vitello);
  • Contorno di verdura bollita, a volontà.

Niente pane, niente condimenti. Uno dei pranzi forse più miseri che avrete mai letto in una dieta, ma tant’è: la dieta bruciagrassi è una delle più restrittive che abbiamo mai avuto modo di recensire sul nostro sito.

Spuntino pomeridiano

C’è anche spazio per un piccolo spuntino pomeridiano: in questo caso mangeremo o una galletta di riso integrale, oppure 3 biscotti di crusca. Niente da bere, solo acqua.

Cena

La cena prevede invece un po’ di carboidrati. 50 Grammi di spaghetti integrali, conditi con aglio, olio e peperoncino, oppure con un sugo leggero. Come contorno un’insalata di verdure e pomodori. Vanno benissimo anche i peperoni arrostiti.

Prima di dormire è concessa una tisana.

Per conoscere quali sono i 10 cibi che aiutano a bruciare i grassi, date un’occhiata qui.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons