Dieta Atkins: funziona? Ecco i segreti!

dieta atkinsBistecche, uova fritte, formaggio, condimenti.

La dieta Atkins vi propone di non abbandonare quelli che sono alimenti in genere assolutamente sconsigliati durante un regime dietetico e al tempo stesso di perdere peso e cambiare vita.

Sembra la ricetta miracolosa per vivere bene, anche se come al solito ci toccherà analizzare insieme pro e contro di un regime dietetico che promette tanto.

Come funziona la dieta Atkins?

La dieta Atkins si basa sul principio che le persone in sovrappeso consumano troppi carboidrati.

Il nostro corpo utilizza come carburante preferenziale i carboidrati, motivo per il quale finché questi vengono ingeriti in abbondanza è praticamente impossibile, secondo Atkins, andare ad intaccare le riserve di grassi.

Riducendo drasticamente i carboidrati si riesce infatti a raggiungere uno stato detto di “chetosi“, durante il quale il corpo smetterà di bruciare i carboidrati e invece andrà ad utilizzare le nostre riserve di grasso per continuare a funzionare.Un corpo in stato di chetosi usa i chetoni, particelle create durante la rottura delle parti di grasso e, in aggiunta a questo, lo stato di chetosi ha anche effetti anoressizzanti: ci sentiremo più sazi, e cominceremo a mangiare di meno.

Ma lo stato di chetosi non è solo appetito ridotto e grassi bruciati: qualcuno ad essere affetti dalla tipica alitosi generata da questo tipo di regime. In aggiunta la costipazione è sempre dietro l’angolo, anche se per quella ci sono rimedi funzionanti.

Con la dieta Atkins il vostro corpo si trasformerà da una macchina brucia-carboidrati ad una macchina brucia-grassi, andando ad intaccare le riserve di grasso più inestetiche, come fianchi, glutei, pancia e gambe.

Cosa si mangia durante la dieta Atkins?

La dieta Atkins in genere sorprende chi è abituato a regimi dietetici tradizionali. Alimenti generalmente sconsigliati, come carne, uova e latticini sono invece il bastione di questo regime dietetico, che è basato principalmente sull’assuzione di proteine e grassi puri.

A farne le spese saranno i carboidrati, che nel primo periodo saranno limitati a 20 grammi al giorno, il tutto per entrare più velocemente nello stato di chetosi, che è quel processo che abbiamo descritto poco sopra.

Carne rossa, pesce (inclusi i frutti di mare), formaggio (non light, formaggio vero), uova, olio, maionese. Sono questi alcuni degli alimenti che potrete mangiare senza preoccupazioni di sorta, perché nella dieta Atkins non starete lì a contare le calorie, ma a cercare di limitare l’assunzione di carboidrati per arrivare allo stato che chi è un convinto sostenitore della dieta Atkins lo considera come quello definitivo di grazia, ovvero lo stato di chetosi.

Successivamente, nella fase di mantenimento, potremo tornare a consumare alcuni carboidrati, anche se pasta, riso, pane, e farinacei più in generale continueranno ad essere proibiti, rendendo la dieta piuttosto difficile da seguire nel nostro paese, dove le leccornie a base di farina sono alla base di praticamente ogni piatto.

Dopo le prime due settimane potrete tornare a mangiare farine integrali e frutta, anche se comunque con moderazione.

La dieta Atkins funziona?

La dieta Atkins funziona, o meglio, sono in molti a continuare a mantenere il regime Atkins anche dopo aver perso peso. La questione però, almeno a livello medico, continua ad essere controversa. Se Atkins dalla sua può schierare studi che confermano la bontà dei regimi dietetici low-carb, dall’altra parte molti studiosi tendono a rimanere scettici sulla bontà della dieta sul lungo periodo.

Un assunzione prolungata e costante di grossi quantitativi di proteine potrebbe creare infatti problemi a chi non ha reni e fegato proprio a posto. Scetticismi che non riguardano dunque la possibilità di poter perdere peso con questo regime, ma che riguardano come al solito gli effetti che questi regimi potrebbero avere sulla vostra salute.

Sulla dieta Atkins torneremo in altri articoli, continuate a seguirci se volete perdere peso o semplicemente custodire il vostro corpo come un tempio, per vivere al meglio e per vivere di più.

Articoli che ci piacciono:

loading...

2 commenti

  1. Chiedo scusa in anticipo per la mia domanda da ignorante.
    Assumendo comunque alimenti quali verdura e frutta, perché con questa dieta potremo danneggiare reni e fegato?
    I carboidrati che ruolo hanno nell’aiutare questi due organi?
    Grazie in anticipo
    Laura

    • Gianluca Grossi

      I carboidrati non aiutano reni e fegato. Il problema è l’eccessivo apporto di proteine. La metabolizzazione delle proteine può aggravare i problemi di chi ha patologie pregresse a questi due organi.

      Nel caso in cui ci fossero problemi a reni o fegato, non bisognerebbe esagerare con le proteine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons