Loading...

Anemia Sideropenica: quale dieta seguire?

anemia sideropenicaAl giorno d’oggi moltissime persone sono affette da anemia e il numero è destinato a salire sempre di più. La vita frenetica, lo stress e l’alimentazione sbagliata portano le persone a soffrire di carenze, come quella di ferro che causa anemia.

Per evitare che insorga l’anemia, bisogna sempre seguire una dieta equilibrata e corretta che faccia bene al corpo e che lo mantenga in salute senza esporlo a carenze. Quale dieta seguire? In questo articolo vi daremo qualche piccolo consiglio per gestire l’anemia.

I fattori di rischio

I fattori di rischio sono anche genetici, ma in genere l’anemia compare in seguito ad una propugnata dieta carente in ferro. Molto spesso i bambini piccoli sono esposti all’anemia perché le loro difese sono più deboli.

Spesso anche i capricci sul cibo possono alzare il rischio di anemia, bisognerebbe armarsi di calma per aiutare i bimbi a mangiare tutto senza fare storie.

Anche gli adulti che spesso mangiano cibo spazzatura o mangiano di fretta nelle pause pranzo, sono esposti al rischio anemia. Nessuno ne è immune perché anche periodi di particolare stress possono aumentare il rischio di anemia e abbassare le difese.

Se vi sentite stanchi e deboli e sospettate una carenza di ferro, fate delle semplici analisi del sangue per sapere come intervenire.

Un esempio di dieta

Bisognerebbe consumare cibi ricchi di:

  • Ferro;
  • Folati;
  • Vitamina C e A.

Ecco a voi un esempio di dieta:

  • Colazione: frutta ricca di vitamine come kiwi, uva o arance;
  • Spuntino: una macedonia di frutta vitaminica;
  • Pranzo: pasta con verdure ricche di ferro, come i broccoli;
  • Spuntino: frutta vitaminica;
  • Cena: carne rossa di ottima qualità non troppo cotta per non distruggerne le proprietà.

Potete anche consumare pesce in alternanza alla carne perchè anche il consumo eccessivo di carne può far male all’organismo.  Anche le bietole, il fegato e la lattuga sono alimenti ricchi di ferro che possono essere consumati in tranquillità.

Nei casi gravi di anemia, potrebbero essere necessarie delle trasfusioni di sangue, in quelli meno gravi potrebbero bastare dei semplici integratori. A seconda dei valori del ferro nel vostro sangue, il vostro medico potrà indicarvi la terapia adatta da seguire per gestire l’anemia. Non trascurate l’anemia per evitare di esporvi a gravi carenze.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons