Loading...

Dieta termogenica indotta: che cos’è?

Dimagrire mangiando sembra non essere più un sogno. La dieta termogenica indotta (TID) si basa sull’assunzione di cibi per i quali, per essere assimilati, il nostro organismo consuma energia, producendo calore e di conseguenza bruciando grassi.

Come agisce la termogenesi?

Esperti e nutrizionisti hanno studiato nel tempo la dieta termogenica. Il suo principio è basato sulla convinzione che si possa dimagrire, o quanto meno non ingrassare, mangiando determinati alimenti. Si tratta di cibi che, per essere assimilati, richiedono un grande dispendio di energia.

La termogenesi è la produzione di calore nel corpo, soprattutto nel tessuto muscolare e adiposo. Il suo processo consiste nel mantenere costante la temperatura corporea quando reagisce alla temperatura ambientale.

Quindi, quando si parla di termogenesi alimentare, o indotta dalla dieta, si intende il dispendio energetico dovuto alla digestione, all’immagazzinamento e al trasporto dei cibi assunti. L’espressione “effetto termico del cibo“, invece, indica l’aumento della temperatura del corpo dopo aver mangiato.

La termogenesi indotta dal cibo, quindi, consiste nell’aumento della temperatura corporea e nel rilascio di calore in eccesso rispetto al proprio metabolismo basale. Tutto ciò dovrebbe avvenire circa 6 ore dopo aver assunto il cibo.

Da cosa dipende la termogenesi

Il processo metabolico della termogenesi è determinato dal tipo di cibo e dalla sua composizione. Ciò che maggiormente influisce sul metabolismo energetico sono le proteine. Il 30-40% di quelle che si ingeriscono vengono usate per la produzione di calore grazie all’effetto termico del cibo.

Oltre alle proteine, anche grassi e carboidrati favoriscono la termogenesi. Con la differenza che la percentuale impiegata per la produzione di calore è inferiore a quella delle proteine: solo il 2,3% dei grassi e il 5,8% dei carboidrati.

Tra i cibi maggiormente termogenici, troviamo tè verde (la caffeina contenuta accelera il metabolismo), il caffè e il peperoncino. La capsaicina contenuta in quest’ultimo favorisce l’ossidazione del tessuto adiposo e innalza la temperatura, favorendo così la termogenesi.

Altri cibi che favoriscono la termogenesi sono le seguenti carni: selvaggina, carni rosse magre, quelle bianche, carne di bufalo o bisonte. Tra le verdure troviamo: broccoli, sedano, cavoletti di Bruxelles e carote. Infine, tra la frutta, influisce quella più zuccherina, quindi: fichi, uva, mela e banane.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons