Dieta Crudista: storia, filosofia e ricette

dieta-crudistaLa Dieta Crudista è una delle ultime mode d’oltreoceano. Popolare tra gli attori di Hollywood, questa dieta promette benefici a chi ne sposa i principi. Contrasta l’invecchiamento e il sovrappeso, promette mari e monti. Vediamo insieme se c’è da fidarsi.

Una filosofia millenaria?

Leggendo in giro sulla dieta crudista incontrerete il nome degli Esseni, una tribù ebraica che avrebbe inventato il regime crudista. Si tratta di precetti religiosi però, senza basi scientifiche, che andrebbero lasciati dove li abbiamo trovati.

Il regime crudista nasce invece poco meno di cento anni fa, grazie agli studi del Dr. Benner, lo stesso che ha inventato il muesli. Il dottore, dopo essersi curato da una malattia ingerendo soltanto mele, che il suo corpo stava meglio dopo aver abbandonato i cibi cotti, e cominciò a scriverne su riviste scientifiche, guadagnandosi la derisione dai suoi colleghi. Si, perché di scientifico c’è davvero poco, e se dimagrirete sarà grazie al basso numero di calorie ingerite.

Come funziona la dieta Crudista?

Il principio di base della raw diet è che la cottura rovina gli alimenti. Il cibo, secondo i sostenitori di questo regime, devono essere consumati come sono trovati in natura, e quindi senza cottura, senza pastorizzazione e senza i diversi metodi di lavorazione che i cibi subiscono nelle fabbriche.

Sembrerebbe in via di principio un buon regime, una dieta che ci aiuta a tenerci lontani dalle porcherie che troviamo sugli scaffali dei supermercati. E invece no. Consumare latte non pastorizzato è rischioso, così come lo è per la nostra digestione consumare ortaggi non cotti. Pensate a castagne e patate: riuscireste a consumarli senza cuocerli?

Il crudismo aiuta a perdere peso?

La dieta crudista funziona. O meglio, aiuta a perdere peso. Chi legge questo blog però sa bene che perdere peso è diverso dal tornare in forma. E’ di questo che ci occupiamo in questo paragrafo: secondo i nutrizionisti del nostro team, e secondo le ricerche dei medici di mezzo mondo, la dieta crudista è un regime sbilanciato, da non protrarre per lunghi periodi senza uno stretto controllo medico.

Le ricette per la dieta crudista

dieta-crudista-carote-e-meleLa dieta crudista non vi permette di cuocere i vostri cibi. Questo vuol dire che potrete mangiare solo alimenti che non sono stati cotti.

Un grande classico sono i beveroni vegetali: usate il mixer per sminuzzare carote e peperoni, carote e mele, carote e banane. Eccovi servita la vostra colazione, che potrete accompagnare a modeste quantità di fette biscottate, rigorosamente non inzuppate nel caffè.

A pranzo ci si può sbizzarrire di più: al classico bibitone/frullato potrete accompagnare un’insalata e altri ortaggi crudi, conditi con un filo d’olio, succo di limone e yogurt magro.

Stessa musica a cena: variare si può, ma sempre tenendo a mente che il tutto va consumato a crudo, o cotto con processi che non superino i 40° C.

La dieta crudista, almeno nelle sue configurazioni più tipiche, è una dieta vegetariana. Qualcuno aggiunge latticini (prodotti però da latte non pastorizzato) per ovviare alle carenze di un regime molto stretto.

Potete consumare la carne, che però non deve essere cotta. Occhio dunque alla freschezza di quello consumate e rivolgetevi soltanto ad un macellaio di cui potete davvero fidarvi.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons