Loading...

Orata all’acqua pazza: la ricetta dietetica

Questo piatto dal nome così particolare venne anticamente inventato dai pescatori dell’isola di Ponza e venne poi reso famoso grazie a Totò, grande amante di questo piatto.

Perfetto per la stagione estiva, questo secondo vanta anche una leggerezza che non andrà minimamente ad intaccare la vostra dieta.

Ma basta parlare e andiamo a scoprire gli ingredienti che ci serviranno a realizzare questo piatto.

Igredienti

Per preparare questa ricetta, avremo bisogno di:

  • orata;
  • 300g di pomodori ciliegini;
  • 4 spicchi d’aglio;
  • Prezzemolo q.b.;
  • Vino q.b.;
  • Olio extravergine d’oliva q.b.;
  • Sale q.b.;
  • Pepe q.b.

Preparazione

Cominciamo la preparazione del nostro secondo pulendo l’orata.

Tagliamo tutte le pinne del pesce, tranne quella sulla coda, e rimuoviamo le squame passando il coltello dalla coda verso la testa.

Sempre con un coltello ben affilato incidiamo la pancia ed estraiamo tutte le interiora del pesce.

Una volta eliminato ogni organo, trasferiamo l’orata sotto l’acqua corrente ed eliminiamo eventuali residui.

Con l’aiuto delle dita allarghiamo il taglio sulla pancia e mettiamo al suo interno uno spicchio d’aglio, delle foglie di prezzemolo e saliamo a nostro piacimento.

Mettiamo ora dell’olio all’interno di una teglia ricoprendo l’intera superficie. Adagiamoci quindi l’orata.

Prendiamo i nostri pomodorini e, dopo averli lavati con cura, rimuoviamo le parti verdi.

Una volta eliminate le parti nocive, tagliamo ogni pomodorino a cubetti e aggiungiamoli alla teglia, creando una cornice attorno al pesce.

Tra i pomodorini mettiamo qualche foglia di prezzemolo, gli spicchi d’aglio rimanenti, il peperoncino, il sale e il pepe.

Ora aggiungiamo mezzo bicchiere di vino bianco (in alternativa usate l’acqua), facendo attenzione a non ricoprire totalmente il nostro pesce.

Mettiamo la teglia in forno preriscaldato a 220°C per una ventina di minuti.

Un trucco per riconoscere se l’orata è cotta consiste nel tirare la pinna che costituisce la coda del pesce: se si staccherà senza nessuna resistenza, allora sarà perfettamente cotta.

Una volta trascorso il tempo necessario alla cottura, estraiamo la teglia dal forno e ricaviamo dei filetti dal pesce facendo attenzione a non lasciare nemmeno una lisca.

Ora impiattiamo, dopo aver rimosso l’aglio, come più preferiamo i filetti unendoli ai pomodorini e le foglie di prezzemolo.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2023 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons