Loading...

Inositolo: i benefici degli integratori

L’inositolo è un composto chimico che in parte viene sintetizzato dal nostro corpo e in parte lo assumiamo attraverso il cibo. Appartiene al gruppo delle vitamine B pur non essendo una vitamina. Se dopo accurate analisi si evidenzia una carenza, è possibile che il medico prescriva un integratore di inositolo.

Questa sostanza, infatti, costituisce la base strutturale di numerosi secondi messaggeri, partecipando a vari processi quali: l’osteogenesi, il metabolismo glucidico, lo sviluppo e il funzionamento dei nervi periferici, la riproduzione e la fertilità. In più aiuta il sistema immunitario.

Riguardo all’utilizzo degli integratori, è sempre meglio evitare il fai da te, pur trattandosi di integratori vitaminici. Chiedere un parere ad un esperto ne permette un corretto utilizzo e somministrazione.

Benefici e controindicazioni

Tra le proprietà più importanti dell’inositolo c’è quella di contribuire alla produzione di energia utile al nostro corpo, inoltre ha effetti depurativi, contribuendo alla corretta funzionalità del fegato e abbassa i livelli di colesterolo nel sangue.

È in grado di stimolare i mitocondri, garanti del giusto apporto di ossigeno alle cellule. Questo è importante per tutto l’organismo, cervello e sistema nervoso compresi. Infine rappresenta una risorsa per contrastare squilibri endocrinologici e metabolici.

Si è visto che una carenza di inositolo nell’uomo può causare una riduzione del numero e dell’efficacia degli spermatozoi. Dunque è utile nella maturazione degli spermatozoi. L’inositolo si è dimostrato fondamentale anche sul versante femminile, favorendo il normale ciclo ovarico.

Dunque può essere integrato, sotto consiglio medico, per i seguenti benefici:

  • Dare energia al corpo;
  • Abbassare il colesterolo;
  • Rafforzare il sistema immunitario;
  • Depurarsi dopo terapie farmacologiche;
  • Aiutare cuore e circolazione;
  • Aumentare la maturazione degli spermatozoi;
  • Contrastare problematiche legate al ciclo ovarico;
  • Curare ansia e attacchi di panico.

Come qualsiasi componente del gruppo B, l’inositolo è idrosolubile quindi solitamente ben tollerato. Tuttavia, l’uso scorretto può causare controindicazioni. Ad esempio, un’assunzione sbagliata potrebbe provocare effetto lassativo, nausea e mal di stomaco.

L’importanza del metodo di somministrazione

Perché l’inositolo abbia la giusta efficacia è importante somministrarlo nel modo giusto. Infatti se lo assumiamo per via orale, a causa degli acidi dello stomaco, muterebbe la sua azione. Si consiglia quindi una somministrazione in forme gastroresistenti, come le compresse a lento rilascio.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons