Loading...

Attrezzi per il fitness: le sandbag

I modi per mettersi in forma sono sempre più originali. Tra questi ce n’è uno innovativo che è già diventato abbastanza famoso nel mondo del fitness. Parliamo dell’allenamento tramite le sandbag.

Si tratta di vere e proprie borse riempite di sabbia, da qui il nome inglese, utilizzate per allenare diverse parti del corpo, sostituendosi in alcuni casi a bilancieri, pesi e manubri.

In commercio esistono diverse tipologie di sandbag che si differenziano per aspetti come il peso, i materiali, etc. Nei prossimi paragrafi approfondiremo le caratteristiche e gli utilizzi di questi attrezzi. Continuate a leggere.

Sandbag: caratteristiche

La sandbag è una borsa di forma cilindrica da riempire con sacchetti di sabbia di diversa capacità. Il tessuto con cui è realizzata è per natura molto resistente, ma anche flessibile e piacevole al tatto. Per questo i materiali più utilizzati sono pelle, gomma o tela.

Anche le cuciture della sacca sono a prova di usura e sforzo, garantendo un’ottima tenuta alla borsa ed evitando fuoriuscite indesiderate di sabbia. Quest’ultima può essere rimossa in caso di necessità, ad esempio se non si usa la sacca per un po’ di tempo o se si vuole fare spazio. Tutto ciò grazie ad apposite cerniere.

Una volta svuotato, è possibile lavare l’involucro non solo in superficie ma anche all’interno per una pulizia più completa. Sulla sacca sono cucite delle maniglie – da 2 a 6 – per facilitare la presa dell’attrezzo e per compiere esercizi diversi. Per quanto riguarda il peso, la capacità media delle sandbag va all’incirca da 10 a 50 kg.

A cosa serve la sandbag?

È uno strumento tipico dell‘allenamento funzionale, ma trova largo utilizzo anche nel CrossFit o in esercizi di fitness in generale. La sandbag, così come altri strumenti “a peso”, è progettata per intensificare lo sforzo richiesto da un allenamento ma soprattutto la sua efficacia.

Può essere utilizzata per esercizi mirati alla tonificazione e al rafforzamento di muscoli di diverse zone del corpo. Tra queste braccia, schiena, core, glutei e gambe.

Rappresenta, inoltre, una valida (e, in alcuni casi, più economica) alternativa alla kettlebell, al bilanciere o alla palla medica. Infine, può favorire il miglioramento della postura e dell’equilibrio, se usata in modo corretto.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons