Alcol: il primo nemico dello stare bene

alcol e maloriNel nostro paese, dove spesso il consumo di alcol è il cuore di tanti incontri e di tanti appuntamenti, sembra difficile parlare senza pregiudizi dei prodotti che lo includono.

La verità è che, nonostante tante ricerche indichino la salubrità di un bicchiere di vino di tanto in tanto, gli alcolici andrebbero esclusi completamente dalla nostra dieta, e consumati con parsimonia solo durante occasioni davvero speciali.

Perché dire no all’alcol

No, non vogliamo fare i bigotti. Non è questione di assumere quella che è a tutti gli effetti una droga.

Stiamo cercando di analizzare sotto il profilo nutritivo le centinaia di prodotti che contengono, in misura minore o maggiore, alcol.

In primis si tratta di calorie vuote, nel senso che per ogni bicchiere di vino, di birra o peggio, di amaro, andiamo ad aggiungere calorie che non apportano nessun nutriente utile al nostro corpo. Si può soddisfare il palato, certo, ma non si tratta di qualcosa di valido sotto il profilo nutritivo. 

I primi problemi, che sono quelli incontrati sopra, si manifestano già con un consumo moderatissimo di bevande alcoliche. Problemi che poi aumentano, in numero e intensità, quando il consumo invece si fa frequente.

L’alcolismo è, ancora oggi nel 2013, una piaga sociale di difficilissima soluzione, e nonostante qualche cocktail al sabato sera non faccia di noi degli alcolisti, un consumo costante di bevande di questo tipo in ogni luogo di socializzazione ci rende soggetti fortemente a rischio.

In aggiunta a questa terribile dipendenza, il consumo costante di alcol ha effetti deleteri sulla nostra salute, andando ad attaccare non soltanto il giro vita, ma anche il nostro sistema cardio-circolatorio e il nostro cervello.

I problemi con la legge

L’abitudine di consumare vino durante i pasti può trasformarsi in un incubo in caso di controlli della polizia, ormai sempre più frequenti per evitare che qualcuno, messosi alla guida in stato di ebrezza anche leggera, possa ripetere una delle tante stragi del sabato sera. 

Perché no

Un bicchierino ogni tanto, 5-10 somministrazioni per anno, possono essere assorbite senza troppi problemi dal nostro corpo, e ci permettono di festeggiare secondo le modalità più consone alla nostra cultura ricorrenze speciali.

E’ importante però dire in generale di no all’alcol, non solo mentre siamo a dieta, ma anche una volta che, messo alle spalle lo sforzo maggiore, godiamo di un peso e di una condizione generale di salute più che ottima.

Basta poco per buttare tutto al vento, e uno dei metodi più rapidi per farlo è quello di indulgere troppo spesso in qualche gratificazione di tipo alcolico.

 

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons