I dolcificanti vanno bene per la dieta?

dolcificanti-dietaOggi parliamo di dolcificanti, quelle sostanze che vengono usate per rimpiazzare lo zucchero.

Ci troviamo in un periodo storico dove vogliamo eliminare anche le poche calorie fornite da mezzo cucchiaino di zucchero.

L’industria alimentare è riuscita a captare la domanda di dolcificanti ipocalorici, e sono ormai anni che questi sono largamente disponibili sia al supermercato che al bar.

Ma è tutto oro quello che luccica?

Proviamo a vederci chiaro tra ricerche scientifiche, leggende metropolitane e timori più o meno giustificati.

Cosa sono i dolcificanti

I dolcificanti sono una categoria di prodotti (alcuni naturali, alcuni sintetici) che vengono utilizzati come rimpiazzo dello zucchero. Il perché è facile da comprendere: si tratta di prodotti che rendono bevande e cibi dolci senza però aggiungere troppe calorie ai nostri pasti.

Sembrerebbe la risposta perfetta a chi ha problemi di linea, anche se sono molti i dubbi che circondano questo tipo di sostanze. Le più comuni, aspartame e saccarosio, sono già finite sotto la lente di ingrandimento delle istituzioni sanitarie di mezzo mondo, e a qualcuno l’intera vicenda ha cominciato, giustamente, a puzzare di bruciato.

Per chi sono utili i dolcificanti?

Arrivati fino a questo punto della lettura avrete ormai capito che i dolcificanti sono ottimi per chi si trova a combattere il sovrappeso. Dolcificano caffè, cappuccino e in generale le altre bevande senza apportare calorie aggiuntive, e permettono a chi è diabetico di mangiare dolci senza alterare i livelli di glucosio. Sono importanti, una grande scoperta verrebbe da dire. L’industria alimentare fattura ogni anno miliardi anche grazie all’utilizzo diffusissimo di aspartame, sostanza che dolcifica bevande molto popolari come la Coca Cola Zero.

Perché sono pericolosi?

dolcificanti-pericolosiPer quanto riguarda il saccarosio, bisogna sapere che questa sostanza è stata bandita dal Canada dopo che alcune ricerche avevano dimostrato una più alta incidenza di cancro alla vescica in alcuni ratti da laboratorio. Successivamente è stato però dimostrato che il processo metabolico che rende il saccarosio pericoloso per la salute avviene solo nei ratti, e non negli umani.

Discorso diverso invece per l’aspartame: la sostanza è attualmente in fase di studio, e alcune ricerche hanno provato a metterla in correlazione con alcune forme di cancro al cervello. Non ci sono ancora risultati definitivi, ma nel durante è forse meglio non abusarne.

I lati negativi dei dolcificanti sono tutti qui. Noi, mentre gli esperti si esprimono, vi consigliamo di non abusarne, cercando di ridurre il loro utilizzo allo stretto necessario. Non vogliamo fare allarmismi inutili, ma quando in gioco è la nostra salute è meglio non scherzare.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons