Loading...

Spigola in crosta di sale: originalità con poche calorie

Siete stanchi del classico sapore del pesce cotto al forno e volete provare un nuovo metodo di preparazione che donerà al vostro secondo un sapore molto particolare? Allora questa ricetta fa per voi.

Il branzino in crosta di sale è un secondo decisamente saporito, sia per via della grande quantità di sale utilizzata, sia per le numerose erbe che andranno unite alla spigola.

Siete curiosi di assaggiare questo piatto? Allora andiamo a scoprire gli ingredienti di oggi.

Ingredienti 

Per realizzare questa ricetta, avremo bisogno di:

  • 400g di sale fino;
  • 500g di sale grosso;
  • spigola;
  • Timo q.b.;
  • Salvia q.b.;
  • Prezzemolo q.b.;
  • Alloro q.b.;
  • Rosmarino q.b.;
  • albumi;
  • 1 spicchio d‘aglio;
  • limone.

Preparazione

Cominciamo la nostra ricetta occupandoci della pulizia della nostra spigola.

Con un coltello rimuoviamo tutte le squame, facendolo scorrere dalla coda verso il capo.

Tagliamo tutte le pinne, esclusa quella che forma la coda del pesce, e pratichiamo un’incisione sul ventre del pesce.

Rimuoviamo tutte le interiora per poi sciacquare la spigola sotto dell’acqua corrente.

Prendiamo tutte le erbe aromatiche di cui avremo bisogno e tritiamole il più possibile con un coltello.

Mescoliamo con le mani il tutto e aggiungiamo della scorza di limone grattugiata al mix, che dovrà essere in parte inserito nel ventre del pesce.

Nel frattempo in una ciotola andiamo a montare gli albumi utilizzando una frusta elettrica.

Una volta ricavata una schiuma bianca, aggiungiamoci le erbe avanzate dal passaggio precedente.

Continuiamo a mischiare per creare un composto omogeneo per poi aggiungere gradualmente sia il sale fino che quello grosso.

Dopo aver mescolato per bene, dovremmo aver ottenuto un composto abbastanza denso e modellabile.

Su una leccarda rivestita da carta forno andiamo a creare una base per il nostro pesce con il contenuto della ciotola.

Adagiamo la spigola sul sale e ricopriamola con cura compattando con le mani il sale attorno al pesce.

Dopo che avremo ricoperto totalmente la spigola, inseriamo la leccarda nel forno e lasciamo cuocere per mezz’ora a 200°C.

Terminato questo lasso di tempo, spostiamo la leccarda sul piano di lavoro e, con un martello, andiamo a distruggere il guscio di sale creato in precedenza.

Ora riscaldiamo il pesce e gustiamolo quando è ancora caldo.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2023 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons