Loading...

Dolore ai muscoli lombari: spia di problemi alla schiena?

Il dolore nella parte bassa della schiena, conosciuto anche come lombalgia, è un problema ormai comune a quasi tutta la popolazione. Da studi scientifici è emerso infatti che circa il 20% delle persone abbiano un episodio di mal di schiena ogni anno e che fino l’80% della popolazione sperimenti il mal di schiena nel corso della vita.

È anche la prima causa di assenza dal lavoro. Quando il dolore diventa persistente nel tempo, e impedisce la quotidianità, si tende a pensare ad una patologia più grave. Vediamo insieme quali possono essere le cause e quando è davvero il caso di preoccuparsi.

Le cause che lo provocano

La maggiore diffusione del dolore nella zona lombare non è casuale. Infatti è su di essa che durante il sollevamento di un oggetto si concentra la maggior parte del corpo e dei carichi. A favorire questo problema ci sono alcuni fattori:

  • Assumere posture scorrette;
  • Sollevare con tecniche inappropriate oggetti molto pesanti;
  • Età avanzata;
  • Dormire su un materasso molto morbido;
  • Svolgere un lavoro nel quale è ripetuto il sollevamento di oggetti molto pesanti;
  • Essere coinvolti in incidenti stradali.

Nella maggior parte dei casi il mal di schiena forte che fa pensare al peggio non è indicatore di una patologia pericolosa. Il dolore acuto non è un parametro sufficiente per attribuire una condizione maligna. Le lombalgie meno dolorose, purtroppo, sono spesso quelle più gravi.

Quali sono i segnali da riconoscere

Esistono alcuni segnali che è bene conoscere in modo da rivolgersi tempestivamente al medico e trovare la diagnosi giusta, e sono:

  • Dolore costante, anche di notte e in qualsiasi posizione, dimagrimento immotivato e precedenti con i tumori sono appunto dei sintomi che potrebbero ricondurre a una patologia tumorale;
  • Diarrea, ritenzione urinaria, perdita di sensibilità nella zona del cavallo dei pantaloni e al piede potrebbero essere legati alla sindrome della cauda equina. Interessa le radici dei nervi spinali e si tratta di una patologia neurologica;
  • Malessere, febbre, infezioni urinarie o della pelle, dolore costante e profondo e patologie del sistema immunitario potrebbero riguardare un’infezione.

Ovviamente queste indicazioni non devono assolutamente essere elemento per un autodiagnosi. Se si ha uno di questi sintomi, non significa necessariamente avere una di queste patologie. Quindi è bene rivolgersi al personale sanitario per capire come procedere per gli approfondimenti diagnostici.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons