Loading...

Termogenesi indotta dalla dieta: spieghiamola

Il nostro organismo, per esercitare le normali attività, brucia giornalmente una determinata quantità di calorie (il cosiddetto “metabolismo energetico totale”), che può cambiare per ognuno di noi.

Tale valore dipende da diversi fattori come: l’età, il sesso, la genetica e il livello di attività fisica. Oltre al metabolismo basale, il nostro consumo energetico dipende in parte (circa il 15% del totale) dalla termogenesi indotta dalla dieta (o alimentare).

Durante la digestione il nostro corpo aumenta la sua temperatura e rilascia il calore in eccesso verso l’esterno. Questo fenomeno è noto come “effetto termico del cibo”.

Come funziona la termogenesi indotta dalla dieta?

Il meccanismo della termogenesi alimentare è semplice: ogni volta che ingeriamo qualcosa, l’organismo brucia energia in più. Per questo motivo si consiglia di fare tanti piccoli pasti al giorno se si vuole dimagrire.

Il tipo di alimenti introdotti nella dieta e il loro contenuto nutrizionale fanno la parte più importante del lavoro. Le proteine hanno l’incidenza maggiore: per la produzione di calore, infatti, il corpo utilizza il 40% delle proteine, contro il 5% dei carboidrati e il 2% dei grassi.

Così una dieta iperproteica, composta prevalentemente da carni e legumi, può portare a bruciare calorie fino al 30%, ma a sovraccaricare il fegato. I cibi che stimolano l’effetto termico, attraverso l’accelerazione del metabolismo, sono appunto chiamati alimenti termogenici.

Tra i principali bruciagrassi troviamo l’ananas, il sedano, l’insalata e gli asparagi. Anche molte spezie diffuse in commercio vantano tale beneficio, come: il peperoncino, il ginseng o la cannella.

La termogenesi indotta dalla dieta è utile per chi vuole dimagrire?

Come accennato, con la termogenesi alimentare si consumano al massimo il 15% del totale delle calorie, percentuale troppo limitata per determinare un effettivo risultato in termine di perdita di peso. A questo scopo bisognerà introdurre una notevole quantità di alimenti termogenici.

Vi consigliamo di evitare le diete fai-da-te, che possono provocare l’effetto Yo-Yo oppure, nei casi estremi, gravi rischi per la salute. Cercate un nutrizionista competente che possa suggerire il piano alimentare adatto per voi e possa seguire il vostro percorso in maniera professionale.

Inoltre è fondamentale dedicarsi con costanza all’attività fisica che, oltre a farvi perdere chili in eccesso, vi donerà tonicità muscolare e agilità nei movimenti.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2022 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons