Loading...

Dieta senza sodio: fa bene o fa male?

Il sodio è un minerale molto utilizzato in cucina. Il classico sale da cucina, gli insaccati, i formaggi sono tutti ricchi di sodio. Si tende spesso ad utilizzarne troppo e questo può causare problematiche alla salute.

Come per ogni alimento, un eccesso o una carenza non sono mai da sottovalutare, anche se i problemi di carenza sono piuttosto rari. Innanzitutto cerchiamo di capire bene cos’è e dove si trova esattamente.

Questo minerale è presente in tutti gli organismi vegetali e animali e nella natura, in particolar modo nell’acqua di mare e nei giacimenti. Si trova anche nel plasma sanguigno, sebbene in piccola parte. Ma a cosa serve esattamente nel nostro organismo?

Il sodio è responsabile della comunicazione tra le cellule del sistema nervoso, favorisce l’equilibrio idro-salino dell’organismo insieme al potassio e infine, concorre alla formazione delle strutture proteiche e cellulari.

Benefici e controindicazioni

Come già visto, il sodio ha un’importanza vitale per il funzionamento dell’organismo e se assunto in maniera corretta, può apportare tanti benefici. Vediamo alcuni esempi:

  • Allevia i crampi muscolari. Dopo un allenamento, si tende a perdere sali minerali e acqua che possono causare forti crampi e dolori muscolari. Grazie al sodio contenuto in alcuni alimenti si possono reintegrare i sali;
  • Allevia i dolori reumatici. Il bicarbonato di sodio, in particolar modo, è in grado di neutralizzare temporaneamente gli acidi responsabili dell’infiammazione. Va utilizzato in un bagno caldo, ad esempio.
  • Aiuta il funzionamento del cuore in soggetti sani che non presentano patologie.

Di contro, l’assunzione di sodio andrebbe sconsigliata a chi soffre di diabete, in quanto concorre al peggioramento dell’iperglicemia che invece andrebbe tenuta sotto controllo.

Inoltre, il sodio non risulta essere particolarmente salutare per chi soffre di patologie cardiache, in quanto favorisce l’ipertensione che affatica il cuore e aumenta il rischio di infarto.

Eccesso e carenza

Il fabbisogno giornaliero di sodio dovrebbe essere pari a circa 2000 mg al giorno. Le carenze di sodio sono più rare ma possono comunque presentarsi e causare:

  • Vomito e diarrea;
  • Ipotensione;
  • Allucinazioni e problemi ai muscoli.

Eccedere nell’assunzione di sodio è più comune e può favorire:

  • Ritenzione idrica;
  • Ipertensione;
  • Osteoporosi.

Dunque, è preferibile seguire una dieta iposodica, facendo molta attenzione alle quantità di sale che assumiamo.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons