Loading...

Vitamina PP: che cos’è e a cosa serve

La vitamina PP, detta anche niacina o vitamina B3, fa parte delle vitamine idrosolubili, vale a dire quelle vitamine che non possono essere accumulate nel nostro organismo ma che possono essere assunte solo attraverso l’alimentazione.

Il termine deriva da “pellagra preventive factor” che era una malattia diffusasi intorno al diciottesimo secolo. La pellagra colpì le popolazioni che si cibavano di pochi alimenti, come ad esempio la polenta e alcuni cereali.

Chiaramente, ci si ammalava per carenza e mancato assorbimento della vitamina e i più penalizzati erano coloro che presentavano disturbi gastrointestinali o erano affetti da alcolismo.

È una vitamina fondamentale per il nostro organismo, una delle più stabili, in quanto non teme l’ossigeno, la luce e il calore.

Proprietà e benefici

L’assunzione di questa vitamina risulta di vitale importanza per il funzionamento del nostro organismo. Vediamo quali sono i maggiori benefici che apporta al nostro corpo.

  • Contribuisce al metabolismo di proteine, carboidrati e grassi e alla liberazione di energia;
  • È fondamentale per la respirazione cellulare;
  • Migliora la circolazione e la qualità della pelle grazie alla sua azione tonificante;
  • Riduce i livelli di colesterolo nel sangue;
  • Aiuta la secrezione di fluidi biliari;
  • Aiuta il sistema nervoso, abbassa i livelli di stress ed è un buon alleato contro stati di ansia, stanchezza e insonnia;

Come abbiamo visto, i vantaggi sono molteplici, ma quali sono le fonti che ci possono fornire questa preziosa vitamina?

Fonti alimentari

La vitamina PP può essere assunta attraverso alimenti di origine animale e vegetale, anche se abbonda soprattutto nella carne. I principali fornitori di niacina sono: carne bianca, carne rossa, fegato di manzo e arachidi.

È presente anche nel pesce, in quantità minori, ad esempio nel salmone, nel tonno, nel pesce spada, nelle acciughe. Altre fonti importanti sono i cereali integrali, il latte e i suoi derivati. Frutta e verdura ne contengono una quantità abbastanza irrilevante.

Se non si riesce ad assumere abbastanza niacina tramite i cibi, è bene ricorrere all’uso di integratori.

Carenza e sovraddosaggio

La carenza di vitamina PP può causare diverse problematiche, come:

  • Vomito, nausea e cattiva digestione;
  • Cefalea;
  • Perdita di peso e del tono muscolare;
  • Pelle secca e a chiazze rosse.

Il sovraddosaggio, invece, può causare:

  • Eritema e prurito;
  • Nausea, mal di testa e diarrea;
  • Ipotensione e vampate;
  • Epatossicità.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons