Loading...

Dieta anti invecchiamento: la guida

Il segreto della longevità risiede soprattutto nello stile di vita di ognuno di noi. Chi non ha paura di invecchiare e di invecchiare male?

Tra i 35 e i 50 anni, il nostro organismo comincia a dare i primi segnali di trasformazione, come ad esempio la diminuzione del tessuto muscolare, a favore di quello adiposo che va a sostituirsi alla massa magra.

Altri segnali sono l’abbassamento delle difese immunitarie, l’indebolimento di alcuni organi, la diminuzione dell’energia vitale, la comparsa delle prime rughe.

Cause dell’invecchiamento

Cosa accade esattamente al nostro corpo? I principali responsabili del deterioramento fisico sono gli ormoni, come ad esempio gli estrogeni nella donna o il testosterone negli uomini.

Gli ormoni, infatti, si occupano di regolare quasi tutti i processi biologici del nostro organismo, dal sistema immunitario al metabolismo, dal sonno alla qualità della pelle, al desiderio sessuale e così via.

Tuttavia, gli ormoni non sono gli unici responsabili. Ad influire su questi processi sono altri fattori esterni che dipendono esclusivamente da noi!

Tra questi abbiamo in primis l’alimentazione, lo stile di vita sedentario, il consumo di droghe e il fumo che velocizzano il deterioramento della pelle e della funzionalità di molti organi.

Dunque, per cercare di fermare o almeno rallentare le conseguenze del tempo, bisogna adottare uno stile di vita sano, attivo e seguire un regime alimentare adeguato, in quanto anche l’adipe si accumula più facilmente ed è più difficile da smaltire.

Vediamo qual sono le regole principali di una dieta anti età.

Regole da seguire

  • Diminuzione dell’apporto calorico giornaliero, in quanto il metabolismo subisce un rallentamento;
  • Prediligere alimenti di origine vegetale, come verdure, legumi e cereali. Questo è importante per riequilibrare il rapporto tra cibo a basso e alto indice glicemico, tra carboidrati semplici e complessi e tra proteine animali e vegetali;
  • Prediligere cibi ricchi di antiossidanti, come spinaci, barbabietola, succo d’uva nera, cavoli, cachi, olio d’oliva.
  • Aggiungere alla propria dieta alimenti ricchi di carotenoidi come carote, arance, pomodori, albicocche, zucca, kiwi, tuorlo d’uovo;
  • Evitare il consumo di cibi confezionati, troppo grassi e ricchi di zuccheri raffinati;
  • Evitare di consumare abitualmente carne rossa, insaccati, burro e gli alcolici;
  • Cercare di mantenere il peso forma.

Ovviamente a queste semplici regole, va associata una attività fisica costante.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons