Loading...

Esistono delle vere “sette alimentari”: meglio evitarle

Viviamo in un momento storico in cui coltivazioni intensive e lavorazioni industriali dei cibi, hanno generato, più che in qualsiasi altro periodo, una serie di sensibilizzazioni al cibo e a diverse sostanze in esso contenute.

Oltre a coloro quindi che devono necessariamente rinunciare a queste sostanze e agli alimenti che le contengono, ci solo quelli che scelgono di rinunciare ad un numero più o meno ampio di categorie alimentari spesso in maniera radicale.

In alcuni casi si tratta semplicemente di scelte nutrizionali, mentre in altri casi queste rientrano in un più ampio quadro “spirituale” che fa della rinuncia al cibo o ad alcune categorie di esse, una delle manifestazioni più evidenti della loro filosofia di vita.

Le “sette del cibo”

Ormai quasi scontati, conosciamo tutti i vegetariani, capostipiti delle “sette del cibo”, fondano la loro scelta sul ritorno ad un alimentazione sana e non sporcata dalle sostanze a cui fa spesso ricorso l’industria alimentare moderna e soprattutto sulla salvaguardia della vita degli altri esseri viventi, come gli animali.

Ci sono poi varie sottocategorie, vegetariani che mangiano però pesce, altri che mangiano uova, alcuni che si nutrono di carne solo una volta al mese.

Il vegetarianesimo è poi il punto di partenza del veganesimo, che si priva di qualsiasi sostanza derivata dagli animali, che non devono essere sfruttati: quindi no a uova, latte e derivati vari. I più integralisti rifiutano anche il miele in quando frutto del lavoro delle api.

Arriviamo quindi ai fruttariani, solo frutta, senza altre alternative, si può solo scegliere di consumare un frutta per volta, si può per così dire essere monofruttariani. Abbiamo anche i crudisti, solo cibi crudi come dice appunto il nome.

Estremi pericolosi

Radicalizzando il modo di mangiare, arrivando a relegarlo ad un solo genere alimentare, rischiamo molto per la nostra salute, andando incontro a degli scompensi che possono portare a gravi conseguenze, ma è con la setta dei “respiriani” che arriviamo all’assurdo, vivere solo di energia ed acqua.

Sono una vera e propria setta, con i suoi guru che guidano i discepoli in un percorso composto di diversi step, arrivando all’illuminazione finale che porta a nutrirsi solo di “prana” (energia cosmica) ed acqua.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons