Loading...

Dieta del dottor Weil: addio infiammazioni croniche

Quella ideata dal dottor Weil non è una dieta dimagrante ma si prefigge obiettivi assai più importanti tanto che il medico statunitense l’ha presentata come un arma per combattere l’insorgere di tumori ed Alzheimer.

Tutto questo grazie al potere antinfiammatorio degli alimenti consigliati che andranno a limitare i processi di infiammazioni croniche dalle quali, secondo Weil, deriverebbero le neoplasie.

Ovviamente i benefici che possono derivare da questa dieta non sono quelli descritti dal suo ideatore, soprattutto nei termini da lui indicati, quindi è bene avere un approccio critico e diffidare da chi promette miracoli.

Questo non si significa che si tratta di una dieta inutile ma essa può solo aiutare a ridurre le infiammazioni con effetti positivi che comunque sono innegabili.

Quanto e cosa mangiare?

L’apporto calorico giornaliero raccomandato nella dieta Weil è considerevole, parte da 2000 calorie e varia a seconda della propria costituzione fisica, dell’età, del sesso e soprattutto dello stile di vita.

Chi ha una routine più dispendiosa o svolge attività fisica con costanza deve mantenere il corpo ben nutrito quindi ha bisogno di più cibo e può spingersi fino al tetto massimo di 3000 calorie.

Bisogna poi fare attenzione che ognuno dei nostri pasti rispetti le giuste proporzioni delle varie componenti e sia quindi costituito per metà da carboidrati, da 25-30% di proteine e per il resto da grassi.

Anche gli alimenti devono essere selezionati e non si può per nessuna ragione rinunciare ogni giorno a frutta e verdura, preferibilmente biologica e priva di pesticidi.

Seguono nella piccola piramide alimentare costruita da Weil i cereali a basso contenuto glicemico, i legumi, il pesce azzurro ed i latticini di ogni tipologia; nel terzo ed ultimo gradino troviamo invece alimenti da consumare con moderazione come dolci, cioccolato e vino.

Controindicazioni

La dieta Weil, se condotta in maniera ferrea seguendo tutte le indicazioni proposte, non ha praticamente alcuna controindicazione ed anzi assicura un’alimentazione varia e ben bilanciata.

C’è però da ricordare che difficilmente essa permette anche di perdere peso per cui è consigliabile principalmente a chi rientra nei limiti di una normale costituzione e non ha specifiche patologie legate all’alimentazione.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons