Loading...

Ginkgo Biloba va bene per lo sport?

La Ginkgo Biloba è una pianta appartenente alla famiglia delle Ginkgoaceae. È di origine cinese ma ormai diffusa in tutto l’estremo Oriente e in Occidente.

Dalle sue foglie è possibile ricavare un potente integratore di origine naturale che può aiutarci in numerose attività quotidiane ed anche nella pratica sportiva grazie al suo effetto stimolante ampiamente dimostrato da numerosi studi clinici.

Proprietà ed azione

L’estratto di Ginkgo Biloba si presenta come un mix di importanti sostanze che vanno ad aiutare in nostro organismo nella sua totalità. I flavonoidi contenuti al suo interno permettono di proteggerci dall’azione delle sostanze ossidanti e di ridurre i danni dei radicali liberi prevenendo così problematiche legate al cuore.

Ma questo è solo uno degli enormi vantaggi rappresentati da questa pianta, ci sono infatti da aggiungere i benefici a livello nervoso legati al terpene trilattone che stimola i neurotrasmettitori e permette una maggior comunicazione neuronale, mentre migliora l’attività celebrale favorendo la concentrazione e la memoria.

Ciò che più a noi interessa sono i vantaggi che la Ginkgo Biloba può darci nello sport e nell’attività fisica, ed essi sono legati alla presenza di Ginkgolidi che favoriscono la circolazione, compresa quella periferica, e quindi offrono al nostro organismo una spinta in più nel momento in cui esso è sottoposto ad uno sforzo maggiore.

Ciò avviene modulando la quantità di istamina rilasciata che ha il potere di ridurre l’aggregazione delle piastrine rendendo il sangue più fluido. Durante la pratica sportiva una maggiore circolazione si traduce in un’aumentata ossigenazione, fondamentale per poter spingere il corpo a superare i suoi limiti.

Come assumerla prima dello sport

L’integratore si può trovare in diversi formati ma quello più semplice da usare è rappresentato dagli estratti secchi che vanno presi per via orale poco prima dell’attività fisica stando però attenti a non eccedere nelle quantità ed attenendosi ai dosaggi raccomandati.

Le dosi giornaliere vanno studiate con un esperto che valuterà la nostra situazione fisica. Ricordiamo che bisogna evitare di prolungare l’assunzione per più di un mese.

Tra un ciclo e l’altro è consigliato fare pause che vanno dai 20 ai 30 giorni in modo da ripulire l’organismo e prepararlo ad una nuova azione stimolante.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2020 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons