Loading...

Iperallenamento: i pericoli di esagerare con lo sport

L’iperallenamento, ad alcune persone, potrebbe apparire come niente più che una parola misteriosa, lontana, addirittura ironica per i più pelandroni.

Eppure si tratta di una realtà concreta, che può essere molto dannosa per gli sportivi che praticano con regolarità la loro disciplina preferita.

Iperallenamento: perché?

Innanzitutto dobbiamo partire dalle ragioni che possono portare una persona ad allenarsi più del dovuto e a procurare un danno, anziché un beneficio, al proprio corpo.

A volte si esagera per prepararsi a una specifica occasione, come una gara o una performance importante; altre, invece, per raggiungere un ideale fisico troppo distante dalla realtà e dai tempi necessari per raggiungerlo.

Non vogliamo giudicare, ma solo allertare.

Sfidare i limiti del proprio organismo fa parte della natura degli atleti e contribuisce alle loro performance di eccellenza, ma se non si sa riconoscere il limite da non oltrepassare – o peggio ancora, se lo si conosce ma lo si ignora volutamente -, i rischi sono in agguato.

Il corpo ha bisogno dei propri tempi di sforzo come di quelli di riposo. Come ben sa chi si prepara a una maratona, tutto deve avvenire progressivamente e nel rispetto dei momenti di stop. Altrimenti, le conseguenze inficiano la buona riuscita finale della prestazione!

Oltre una certa soglia ottimale di intensità di lavoro, l’organismo non è più in grado di svolgere al meglio il proprio compito, e la curva del rendimento si abbassa.

Corpo e psiche nell’iperallenamento

Il maggior pericolo dell’esagerare con lo sport sono gli infortuni. Strappi, lacerazioni interne, infiammazioni nervose potrebbero costringere a una sospensione forzata. Per non parlare di eventuali danni fisici ancora più seri, e magari irreversibili!

Ogni ambito di attività sportiva – forza, flessibilità, resistenza – comporta dei rischi, se non accompagnato dal senso della misura.

E i rischi psicologici? Anch’essi non vanno sottovalutati.

L’attività fisica, se sana, spesso accresce il desiderio genuino di praticarne ancora (mai sentito parlare delle endorfine “come una droga, ma buona”?). Occorre tuttavia accertarsi di non incorrere in una dipendenza psicologica vera e propria, che spesso si origina da motivi nervosi.

Chi si allena troppo può arrivare a trascurare altri ambiti della vita lavorativa e personale, oltre che a sforzare eccessivamente il proprio organismo.

Attenzione, quindi, ad ascoltarsi e rispettarsi!

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2020 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons