Loading...

Pandoro a base di… insetti!

Sì, hai letto bene: il pandoro a base di insetti esiste ed è una recente realtà italiana.

Di cosa stiamo parlando? Scoprilo con noi, buona lettura!

Un dolce natalizio molto speciale

Vogliamo rassicurarti: non si tratta di un dessert con dentro i brulicanti animaletti antennati!

Partiamo con il ricordare che, in tutto il mondo, sono ormai più di novanta le nazioni in cui gli insetti sono utilizzati per preparazioni alimentari. Non una bizzarria destinata a pochi eccentrici personaggi, quindi, ma una pratica largamente diffusa tra la normale popolazione.

Qual è l’ingrediente in questo particolare pandoro nostrano? La farina di insetti!

Pensiamoci un attimo, e forse il concetto non sembrerà poi così improbabile. Insettini essiccati e macinati possono anch’essi dar luogo alla polvere bianca più usata in cucina!

Nello specifico, si tratta di farina di bachi da seta, le preziose creaturine solitamente utilizzate nell’industria tessile. Naturalmente, in questo caso l’allevamento dei bachi è appositamente ad uso alimentare, in conformità alle norme legislative.

Pandoro con farina di bachi da seta

L’idea è venuta tre anni fa al foodblogger MasterBug, che già da qualche tempo si occupava di promuovere nel nostro Paese l’uso di insetti in cucina. Cavallette, grilli, scarafaggi… proprio ispirandosi ai Paesi che già li utilizzano, il foodblogger ha fiutato per primo la potenzialità dell’affare e ha proposto una ricetta che tutti possono lanciarsi a sperimentare.

Per il pandoro si tratta di effettuare una piccola variazione nella ricetta: sostituire il 20% della normale farina di grano con la farina a base di, appunto, bachi da seta.

Questa farina, come tutte quelle di origine animale, è assai ricca di proteine, e anche per via dell’alto contenuto nutritivo si sta affermando in Occidente tra alcuni lungimiranti chef.

Il nostro pandoro risulta perciò poco diverso da quello tradizionale, ma può proporsi come un’idea natalizia senza precedenti, sia da offrire in regalo sia da servire alla propria tavola il giorno di Natale. E il sapore?

Noi non lo abbiamo ancora provato, ma riferiscono che il pandoro con farina di bachi da seta abbia un gusto rotondo che ricorda la nocciola. Niente male, no?

E tu, avresti il coraggio di assaggiarlo?

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2020 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons