Loading...

Villi intestinali: la loro funzione nella digestione

Il nostro stomaco e il nostro intestino fanno parte dell’apparato digerente. Si tratta di un sistema preciso e complesso che garantisce la digestione degli alimenti e l’assorbimento degli elementi nutritivi e l’espulsione degli scarti.

Oggi vogliamo parlare dei villi intestinali e della loro importante funzione nel processo digestivo. Vediamo ora cosa sono e come funzionano! Continua a leggere la nostra guida di oggi.

Cosa sono

I villi intestinali sono dei ripiegamenti verso l’esterno della mucosa dell’intestino. Sono estroflessioni che permettono di aumentare la superficie dell’organo in modo da avere una area assorbente più vasta per raccogliere i nutrienti ingeriti tramite l’alimentazione.

Il loro compito nella raccolta di nutrienti è fondamentale, vediamo ora insieme come funzionano i villi e in che modo riescono ad aiutarci a mantenerci sani e nutriti grazie alla loro azione.

La loro funzione

Villi e i microvilli intestinali, come anticipato, hanno la funzione di aumentare la superficie assorbente dell’intestino offrendo una superficie di assorbimento dei nutrienti maggiore e più efficiente.

Sono ricoperti da enzimi per la digestione e presentano dei capillari che raccolgono amminoacidi e zuccheri per immetterli nel flusso sanguigno. I vasi raccolgono (per trasportarli nel fluido linfatico):

  • Lipoproteine ovvero proteine, trigliceridi, colesterolo;
  • Anfipatiche (particolare tipo di molecole).

I villi sono fondamentali per l’assorbimento nell’intestino tenue perché con il loro aumento della superficie diminuiscono la distanza media percorsa dai nutrienti e dalle molecole, quindi l’efficacia della diffusione è maggiore.

Inoltre aumentano l’apporto di sangue grazie al quale aiutano maggiormente l’assorbimento dei nutrienti. Per capire quanto siano importanti facciamo un breve esempio parlando di celiachia.

Celiachia

In presenza di particolari patologie, come la celiachia, i villi possono danneggiarsi fino a scomparire. In questo caso l’esposizione alla sostanza che il corpo riconosce come nociva (il glutine) causa una reazione infiammatoria che porta alla progressiva riduzione dei villi fino alla completa scomparsa.

Tutto questo riduce l’assorbimento dei nutrienti e causa danni importanti alla salute come carenze profonde. Queste possono essere così gravi da divenire addirittura fatali se il problema non viene curato. La sola cosa da fare è seguire una dieta priva di glutine. A presto e continua a seguirci sempre!

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons