Loading...

La dieta della… spirulina!

La spirulina è praticamente onnipresente in questo periodo, che si parli di diete o di integratori, prima o poi spunta sempre fuori il nome di questa particolare alga.

Arthrospira platensis è il nome scientifico della spirulina e per dirla tutta, non è propriamente un’alga, ma un cianobatterio. Il nome spirulina deriva dalla forma di questa strana creatura vegetale, che ricorda quella di una spirale.

Le due le tipologie di spirulina utilizzate oggi sono originarie di laghi tropicali e subtropicali con acque calde e dal pH alcalino. L’Arthrospira maxima è originaria del centro America e l’Arthrospira platensis proviene invece dall’Africa e dall’Asia.

Proprietà

La spirulina contiene 290 calorie per ogni 100 grammi di prodotto, quasi 60 grammi di proteine, oltre 20 grammi di carboidrati e circa 4 grammi di fibre.

Le proteine sono biliproteine, ovvero delle proteine vegetali già pre-digerite dalla pianta e facilmente assimilabili da parte dell’organismo. Per questo è ottima come alternativa proteica per coloro che soffrono di carenze nutrizionali.

La spirulina contiene quasi tutti gli amminoacidi essenziali e omega -6, sali minerali e tante vitamine! Inoltre contiene importanti quantità di acido gamma linolenico.

Contiene anche magnesio, rame, ferro e manganese e vitamine come vitamina E, vitamine del gruppo B e beta-carotene, purtroppo ha un ridotto contenuto di vitamina B12.

I suoi benefici sono molteplici a livello nutrizionale e pare che sia anche utile come antiossidante per combattere i radicali liberi (ci sono ancora studi in corso).

In più il contenuto di ferridossina e biotina, aiuterebbe a rallentare la formazione dell’acido lattico durante gli sforzi muscolari particolarmente intensi.

Sono in corso anche studi sul colesterolo perché sembra che la spirulina possa aiutare a regolarizzare la pressione e ad abbassare i livelli di colesterolo cattivo nel sangue. Vedremo quali saranno gli sviluppi degli studi.

La dieta

L’assunzione consigliata è di soli 10 grammi al giorno per quanto riguarda questo alimento. Lo puoi aggiungere ai tuoi frullati o ai tuoi pasti oppure consumarlo in comode compresse.

Più che aiutare a dimagrire è ottima come ricostituente dopo l’attività fisica e come aiuto e per recuperare le energie e i nutrienti necessari dopo un’influenza o un periodo di stress.

Ovviamente il nostro consiglio è di chiedere consiglio al medico per l’assunzione e al nutrizionista per le dosi personalizzate.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons