Loading...

Come leggere le analisi del colesterolo

colesteroloIl colesterolo e i trigliceridi devono essere valutati con degli esami di laboratorio, ovvero con delle semplici analisi del sangue che ci danno importanti informazioni sul nostro stato di salute.

Squilibri in queste due sostanze possono causare sindrome metabolica e malattie cardiovascolari. Come fare per capire quando preoccuparsi? Come leggere le analisi del sangue relative a colesterolo e trigliceridi?

Vediamolo insieme.

Analisi del colesterolo e trigliceridi: i risultati

Prima di tutto cerchiamo di conoscere meglio queste due sostanze. Il colesterolo è un composto organico che fa parte dei lipidi steroidei. Si trova nelle membrane delle cellule e negli ormoni steroidei. È presente nel nostro organismo e viene prodotto dal fegato e dal surrene, ma diventa dannoso per la salute se la sua concentrazione aumenta oltre certi limiti e non viene controllata nel tempo.

È infatti un serio fattore di rischio per la formazione di placche aterosclerotiche e per lo sviluppo di malattie cardiovascolari e di stroke ischemico. Comunemente aumenta a causa di un’alimentazione scorretta e poco equilibrata ricca di grassi.

Ci sono però anche fattori correlati alla famigliarità e anche alla predisposizione genetica. Collegati al colesterolo sono anche altri valori importanti, come:

  • HDL (high – density lipoprotein), ovvero le lipoproteine o colesterolo buono, sono fondamentali per il trasporto del colesterolo dalle periferie agli organi che lo utilizzano o che lo smaltiscono. Dieta ed esercizio fisico aumentano le concentrazioni del colesterolo HDL;
  • LDL (low – density lipoprotein), ovvero le lipoproteine meglio conosciute come colesterolo cattivo. Portano il colesterolo alle cellule, ma se i valori si alzano troppo, possono diventare dannose per la salute dato che si infiltrano sulle pareti delle arterie formando placche aterosclerotiche o trombi;
  • Trigliceridi, ovvero la maggior parte dei lipidi che si trovano negli alimenti. Rappresentano i principali componenti del nostro tessuto adiposo, ma un’assunzione eccessiva con l’alimentazione causa un continuo accumulo e di conseguenza un aumento di rischi cardiovascolari;

Ecco i valori di riferimento del colesterolo:

  • Colesterolo totale Mg/dl Milligrammi per decilitro deve essere (minore) < 200 mg/dl;
  • HDL Mg/dl Milligrammi per decilitro deve essere (maggiore) > 60 mg/dl;
  • LDL Mg/dl Milligrammi per decilitro devono essere (minori) < 100 mg/dl
  • Trigliceridi Mg/dl Milligrammi per decilitro devono essere nel range 50 – 150 mg/dl.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2019 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons