Loading...

I benefici del miele per i diabetici: sono veri?

mieleIl miele si è guadagnato, soprattutto negli ultimi anni e soprattuto in seguito a massicce campagne pubblicitarie, lo status (largamente immeritato, come vedremo tra poco) di alimento assolutamente sano, consumabile in ogni circostanza e quindi ottima soluzione anche per chi soffre di diabete.

Si tratta di una questione che vede un grosso solco tra quello che si è dibattuto, a riguardo, tra gli scienziati e quella che è invece l’opinione comune.

Vediamo insieme se ci sono o meno estremi per considerare il miele meglio dello zucchero comune quando si soffre di diabete e se può essere comunque, a livello assoluto, assunto senza paura se stiamo affrontando una delle forme di diabete più gravi.

L’importante è l’indice glicemico

Quello che in molti, soprattutto chi ha interesse a vendere miele, non vuole vedere è che quando si parla di alimenti adatti o meno alla dieta di chi soffre di diabete, l’unico valore rilevante è quello dell’indice glicemico. Si tratta di una misura che, in modo relativamente preciso, è in grado di calcolare la variazione glicemica che l’assunzione di un alimento causa.

Se lo zucchero bianco semolato comunemente utilizzato nelle nostre cucine ha un valore di 61 (su una scala di 100, più è alto, meno è adatto a chi è diabetico), il miele ha un IG di 55, differenza minima che sicuramente non giustifica la preferenza dell’uno o dell’altro.

Per intenderci entrambi gli alimenti in questione andrebbero assunti, soprattuto nel caso in cui il paziente soffrisse di diabete.

Il miele ha buone proprietà, ma non ha assolutamente potere contro il diabete

Sui forum Internet meno attenti alle pubblicazioni scientifiche, se ne sentono davvero di tutti i colori. Potreste trovare anche utenti, rigorosamente anonimi e spesso appassionati di medicina alternativa, pronti a giurare che il miele possa avere un effetto positivo su chi è malato di diabete.

Si tratta purtroppo non solo di una bugia, ma più in generale di un’opinione pericolosa perché mette a repentaglio la salute di chi lotta, ogni giorno, contro il diabete.

Quali dolcificanti scegliere se si è diabetici?

Se si è diabetici ci si può orientare verso diversi prodotti dolcificanti. Tra quelli naturali, possiamo citare il fruttosio (che ha un indice glicemico di 14–22) oppure lo xilitolo.

Bisogna comunque discuterne con il proprio dietologo e con il proprio medico curante, gli unici in grado di stabile quali dolcificanti siano adatti al nostro regime alimentare, tenendo conto degli altri alimenti della nostra dieta, della necessità di dolcificare e del nostro stato di salute generale.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons