Loading...

Come perdere peso con la dieta oloproteica

Hai mai sentito parlare della dieta oloproteica? Che cos’è la dieta oloproteica? Di che cosa si tratta esattamente? Come funziona la dieta oloproteica? Ci sono dei rischi oppure no?

In questo articolo ci occuperemo proprio della dieta oloproteica,vedremo insieme che cos’è e come funziona questo tipo di regime alimentare che non tutti conoscono, nonostante la sua rapida diffusione.

Che cos’è la dieta oloproteica?

Come avrai sicuramente intuito da quanto abbiamo detto nella breve introduzione, quando parliamo di dieta oloproteica, ci riferiamo ad un particolare regime alimentare che serve per perdere peso senza danneggiare l’organismo.

Questa dieta è ricca di proteine e povera di carboidrati e, come vedremo meglio più avanti, si suddivide in 3 fasi principali, di cui una è drastica, e le altre due sono delle fasi in un certo senso più complete. Proprio per questo schema a tre fasi, la dieta oloproteica viene anche chiamata Liposuzione Alimentare.

Infatti, secondo gli esperti del settore, seguendo una dieta povera di carboidrati e ricca di proteine, andiamo ad agire direttamente sui tessuti adiposi.

In ogni caso, visto che si tratta di un vero e proprio regime alimentare, va seguito con costanza e soprattutto con l’aiuto di uno specialista, altrimenti potrebbe presentarsi il rischio della formazione di corpi chetonici che riflettono un metabolismo alterato degli acidi grassi.

Come si strutturano le fasi della dieta oloproteica?

Andiamo quindi a vedere come sono strutturate le tre fasi della dieta oloproteica. Queste tre fasi sono:

  • La prima fase ha una durata di circa 21 giorni. E’ la fase drastica e impone di apportare le proteine nel nostro organismo, per metà con gli alimenti che le contengono (ad esempio la carne, le uova, eccetera) e per metà con degli appositi integratori di aminoacidi e proteine. In questa fase sono consentiti solo 20 grammi di carboidrati e appena 10 di grassi;
  • La seconda fase dura esattamente il doppio, ossia 42 giorni. Questa fase viene definita dissociata integrata, in quanto si possono reintegrare i carboidrati a patto che vengano assunti lontani dalle proteine;
  • La terza fase è quella finale in cui possiamo reintegrare tutti gli alimenti, anche nello stesso pasto.

Quali sono i benefici di questa dieta?

Tra i benefici della dieta oloproteica troviamo sicuramente la perdita di peso (di solito 3 o 4 chili a settimana), ma anche quelli citati in seguito:

  • La perdita delle adiposità sulle cosce, sulla pancia, sui fianchi e sui glutei;
  • Favorisce la riduzione della ritenzione idrica e di altri problemi del sistema linfatico e venoso;
  • Riduce la cellulitee i cuscinetti di adipe;
  • Riduzione del senso di fame;
  • Permette di gestire al meglio la sindrome premestruale e tutti i suoi sintomi dolorosi e invalidanti.

Ci sono dei rischi oppure no?

Il fatto che la dieta oloproteica possiede molti benefici per il nostro corpo, non vuol dire che non possano presentarsi dei rischi e degli effetti collaterali. Per questo bisogna sempre affidarsi ad uno specialista del settore che segua la nostra dieta durante tutte le fasi.

Tra i possibili effetti collaterali, abbiamo:

  • Emicrania;
  • Nausea;
  • Alitosi;
  • Stipsi;
  • Spossatezza.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons