Loading...

Dieta Scarsdale per vegetariani: la guida

scarsdale vegetarianaChe cos’è la dieta Scarsdale? Quali sono le regole principali di questa dieta? Cosa dovrebbe mangiare un individuo vegetariano che decide di seguire questa dieta basata soprattutto sull’apporto proteico?

Quasi tutti conoscono la dieta Scarsdale. Oggi parleremo di un aspetto molto particolare di questa dieta: il menù vegetariano. Visto che comunque la dieta vegetariana è sempre più diffusa, bisogna che ce ne sia un’alternativa anche per le diete mirate al dimagrimento.

Che cos’è la dieta Scarsdale?

La dieta Scarsdale è stata messa a punto intorno agli anni ’70, dal dottor Tarnower. Questa dieta prevede di eliminare quasi completamente l’assunzione di carboidrati, zuccheri e grassi, aumentando, però, l’aumento dell’apporto proteico.

Uno dei vantaggi di questa dieta è che non costringe le persone che decidono di seguirla ad armarsi di bilancia e pesare tutti i pasti. Infatti abbiamo solo delle liste di alimenti vietati e alimenti concessi.

Questa dieta si suddivide in due fasi principali, entrambe dalla durata di una settimana:

  • La fase di dimagrimento;
  • La fase di mantenimento.

In cosa consiste la dieta Scarsdale per vegetariani?

Visto che questa dieta si concentra soprattutto sull’aumento dell’assunzione di proteine, la domanda viene spontanea: come fanno i vegetariani ad assicurarsi un apporto proteico senza mangiare la carne e il pesce?

La questione è molto più semplice di quello che sembra. Basterà che l’individuo sostituisca le proteine animali con quelle vegetali. Tra gli alimenti vegetali ricchi di proteine, abbiamo:

  • Seitan;
  • Tofu;
  • Polpette di verdure;
  • Polpette di legumi;
  • Soia;
  • Burger vegetali.

Inoltre, molti consigliano di mangiare sedano e carote tra un pasto e l’altro, accompagnati da grandi quantità di acqua e/o di tisane. Anche se questa dieta non prevede l’assunzione di piccoli spuntini al di fuori dei tre pasti principali della giornata.

Quali sono i rischi e i vantaggi di questa dieta?

Tutte le diete hanno un rischio particolare in comune: non garantire il fabbisogno di proteine e vitamine di cui necessita il nostro organismo. E’ necessario, soprattutto nella dieta vegetariana, di apportare la giusta quantità di proteine, altrimenti si rischia di contrarre patologie dovute alla mancanza delle stesse.

E’ consigliabile rivolgersi ad un nutrizionista prima di seguire una dieta specifica, in modo che sia lo specialista a fornirci un piano completo per un corretto regime alimentare che ci garantisca un buono stato di salute.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons