Loading...

Come controllare la fame nervosa

fame nervosaPuò capitare a chiunque di passare dei periodi particolarmente stressanti, in cui si è sotto pressione. La valvola di sfogo più diffusa è sicuramente quella che riguarda il cibo.

Infatti, esiste un vero e proprio disturbo della fame nervosa, che porta gli individui ad abbuffarsi di cibo. In questo articolo cerchiamo di fornirvi un modo per controllare questa fame innaturale.

Quali sono le cause principali della fame nervosa?

Tra le cause della fame nervosa, come abbiamo detto, c’è sicuramente lo stress. In particolar modo essa subentra nei momenti in cui l’individuo non può agire direttamente per alleviare o eliminare del tutto l’agente stressante. Tra le cause principali abbiamo:

  • Sindrome premestruale;
  • Scadenze (di tipo lavorativo, scolastico, esami in vista, eccetera);
  • Traumi passati che vengono rievocati frequentemente;
  • Riunioni o colloqui importanti;
  • Ansia da prestazione.

Insomma, tutto ciò che affaticherebbe in modo eccessivo le prestazioni fisiche e mentali della persona che ne soffre, la quale si sfoga letteralmente sul cibo.

Quali sono i rimedi per controllare questo disturbo?

Per evitare che la situazione degeneri in un disturbo superiore dell’alimentazione, come la bulimia, è indispensabile riconoscere il fatto che abbiamo un problema di fame nervosa, che ci porta ad abbuffarci in modo esagerato prima e/o dopo qualsiasi episodio stressante.

Una volta che abbiamo riconosciuto di avere un problema di questo genere, possiamo ricorrere a uno o più dei seguenti rimedi:

  • Intensa attività fisica (è risaputo che praticare sport aiuta a distendere i nervi);
  • Dedicarsi ad un hobby che facilita il rilassamento e la distrazione;
  • Lo yoga è una delle attività più accreditate per risolvere qualsiasi problema che sia stato causato da una fonte stressante;
  • Fare attività all’aria aperta (come una passeggiata al mare o in montagna).

Si evince chiaramente che il metodo migliore è quello che mette in atto una vera e propria distrazione dalla causa che ha generato il nervosismo, in pratica tutto quello che ci distrae e che non ci fa pensare al cibo. Anche se la soluzione migliore sarebbe quella di allontanare la fonte di stress.

Talvolta capita che il disturbo diventi patologico, e si vada incontro al rischio di bulimia. Per evitare che questo accada, se i metodi sopra citati non hanno funzionato, possiamo prendere in considerazione la possibilità di contattare un nutrizionista, che ci aiuterà a controllare la nostra dieta.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons