Loading...

Basta nitriti: ecco gli alimenti da eliminare

affettatiI composti idrogeni come nitriti e nitrati possono essere responsabili di moltissimi malfunzionamenti e patologie nel nostro corpo, cosa che rende estremamente utile seguire dei consigli di dieta che possano aiutarci ad eliminare quelli che sono appunto gli uni e gli altri dalla nostra dieta.

Oggi ci occupiamo dunque di una dieta che ci aiuterà a liberarci da sostanze che, sebbene si trovino anche in natura, nell’alimentazione moderna tendiamo ad assumere con una frequenza maggiore di quella che si dovrebbe.

Ma dove si nascondono i nitriti? E come possiamo eliminarli dalla dieta?

La prima cosa da eliminare: gli affettati

Abbiamo già avuto modo di parlare degli affettati e della loro interazione con la dieta e abbiamo già parlato anche di quelli che possono essere gli effetti dell’assunzione di cibi non solo grassi, ma anche ricchissimi di sodio in quanto salati. Ad aggiungere altre problematiche, come se queste non fossero già sufficienti, troviamo anche quelli che sono i nitrati, che sono utilizzati a scopo di conservante e possono causare diversi problemi di salute. 

Dunque il primo passo per cercare di ridurre la quantità di nitriti che vengono assunti con la dieta, è quello di rimpiazzare quelli che sono gli affettati con alimenti freschi, che non abbiano dunque bisogno di ricorrere a conservanti.

Presenti anche negli ortaggi

I nitriti e i nitrati si trovano però anche all’interno degli ortaggi, soprattutto quelli a foglia verde. Lattuga, cavoli di ogni tipo, spinaci, praticamente tutte le verdure che presentano un colore tra il verde e il verde scuro. In questo caso però, essendo clienti che in genere contengono vitamina C, e che dunque possono neutralizzare l’azione dei nitriti, non ci sono problemi di sorta e potranno essere consumati senza pensare troppo a queste sostanze.

Quando le urine contengono nitriti

Quando le urine si presentano però con concentrazioni fuori tolleranza massima di nitriti, il problema potrebbe essere decisamente più serio di quello che riguarda l’assunzione eccessiva di nitriti attraverso la dieta. Spesso infatti si tratta di infezioni di tipo batterico o virale a carico dell’apparato genitale e nello specifico dei canali urinari. In quel caso, prima di provvedere a cambiare dieta, è sicuramente meglio contattare il proprio medico.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons