Loading...

Si possono mangiare i crostacei durante la dieta?

crostacei dietaI crostacei sono una famiglia alimentare dalle caratteristiche nutrizionali piuttosto interessanti. Sono degli invertebrati e sono protetti dalla caratteristica corazza, che in genere rimuoviamo prima di consumare.

Si tratta di una categoria di alimenti che sono considerati, praticamente da sempre, come relativamente grassi e calorici, o comunque mai parte di un piano alimentare concepito per dimagrire.

Ma stanno davvero così le cose? Vediamolo insieme, considerando quali sono i lati positivi e i lati negativi che derivano dal consumo di crostacei durante la dieta.

Calorie nella norma

Le calorie dei crostacei, a dispetto del luogo comune che li vorrebbe ricchi di grassi, sono in realtà nella norma. Si tratta infatti di alimenti che hanno meno calorie del pollo (circa 90 per 100 grammi di prodotto) e che al tempo stesso offrono a chi è a dieta dei nutrienti importantissimi per la salute.

Quindi, almeno sotto il profilo calorico, i crostacei possono essere sicuramente consumati durante la dieta. Come sanno bene però i nostri lettori, non può essere soltanto il dato calorico ad interessarci. Vediamo insieme cosa c’è di altro da sapere quando parliamo di crostacei e dieta.

No, non hanno troppi grassi

Ora invece è giunto il momento di sfatare il secondo luogo comune che riguarda i crostacei. Non è vero infatti che i crostacei hanno un alto contenuto in grassi, anzi, è vero esattamente l’opposto.

Quindi anche chi stia cercando di seguire una dieta che sia imo-lipidica, ovvero a basso contenuto di grassi, potrebbe trovare un importantissimo alleato nei crostacei.

Anche qui, per intenderci, semaforo completamente verde.

Il problema: il colesterolo

Il problema per chi vorrebbe consumare grandi quantità di crostacei durante la dieta è quello del colesterolo. Si, è vero che ci sono molti acidi grassi polinsaturi, omega 3 e omega 6 nei crostacei, ma è altrettanto vero che il contenuto in colesterolo è pericoloso per chi soffre di ipercolesterolemia o di sindrome metabolica.

Il secondo problema: il sodio

Il secondo problema che riguarda i crostacei di mare è sicuramente quello del sodio. Ne contengono discrete quantità, che devono essere sicuramente tenute in conto prima di aggiungerli con troppa frequenza alla nostra dieta.

In conclusione, i crostacei si possono sicuramente mangiare durante la dieta, facendo però attenzione a moderare le dosi, come si dovrebbe fare, in fin dei conti, un po’ con tutto.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons