Loading...

Si può mangiare il cinghiale durante la dieta?

cinghialeLa carne di cinghiale sta vivendo una seconda giovinezza, almeno a livello culinario. Dopo essere stata per secoli specialità locale per pochi fortunati, è diventata adesso facilmente acquistabile anche in città.

Si tratta di una carne buona, anche se ovviamente dovete avere un palato adatto alla selvaggina.

Ma che dire a chi vorrebbe inserire questa carne nel proprio piano dietetico? Si può mangiare il cinghiale durante la dieta? Oppure è un tipo di carne che dovremmo cercare di evitare?

Vediamolo insieme, tenendo conto di quelli che sono non solo i profili calorici, ma anche le altre caratteristiche di questo alimento.

Il cinghiale? Davvero poco calorico

Un primo dato positivo che è associato al consumo di carne di cinghiale è quello calorico.

Parliamo infatti di una carne che presenta soltanto 120 calorie per 100 grammi di prodotto, qualcosa di estremamente interessante, anche per chi segue regimi dietetici che non permettono di avere a disposizione molte calorie da consumare.

Si tratta di una quantità di calorie decisamente inferiore rispetto al maiale d’allevamento non sgrassato e il motivo è facile da comprendere: il cinghiale è infatti un animale che vive libero e che dunque non ha assolutamente la possibilità di accumulare le grandi quantità di grasso tipiche del maiale d’allevamento.

Tante proteine, pochi grassi

Il cinghiale ha tantissime proteine, circa il 35% dell’intero monte calorico, e soltanto un 3% circa di grasso. Si tratta dunque di un ottimo elemento anche per chi sta cercando di seguire diete iper-proteiche e ha dunque bisogno, per intenderci, di un alimento che sia completamente sbilanciato in direzione delle proteine. Questo vuol dire che il cinghiale è carne adatta ad ogni tipo di dieta.

Occhio però a come si cucina

Il problema unico del cinghiale sono le ricette che lo vedono come protagonista. Quando è fatto alla griglia o al camino, è un alimento di sicura prestanza dietetica. Discorso però diverso quando lo si fa in umido: in questo caso infatti i condimenti possono renderlo assolutamente calorico e non adatto ai regimi dietetici, anche quelli più blandi.

Quindi ok per il cinghiale durante la dieta, anche se bisogna sempre tenere d’occhio i condimenti.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons