Loading...

Si possono mangiare gli affettati a colazione durante la dieta?

affettatiLa colazione a base di affettati è una tradizione non solo dell’Inghilterra, ma anche di tanti altri paesi che culinariamente sono molto vicini alla nostra cultura.

Basti pensare alla tradizione del toast in Francia e in Germania, dove un panino imbottito con prosciutto e formaggio diventa una colazione forse un po’ calorica, ma sicuramente al tempo stesso saziante e soddisfacente per il palato.

Si tratta di un piccolissimo studio che ha come obiettivo quello di vedere se, paradossalmente, anche chi è a dieta può mangiare degli affettati a colazione, oppure se sarebbe il caso di orientarsi verso altri tipi di prodotti.

Dipende ovviamente dagli affettati

Gli affettati non sono assolutamente tutti uguali. Ci sono quelli più grassi e quelli meno grassi, quelli più adatti alla dieta e quelli meno adatti alla dieta. Si tratta di una categoria merceologica così vasta da rendere praticamente impossibile formulare, sulla categoria, un giudizio definitivo.

Bisognerebbe dunque analizzare tipo per tipo di affettato, cercando di dividere quelli buoni da quelli cattivi.

Quelli che si possono consumare, anche a colazione

Di affettati che vanno bene per tutti, e quindi anche per chi segue una dieta restrittiva, ce ne sono oggettivamente pochi:

  • Il prosciutto crudo sgrassato: è uno di quelli con il monte calorico più basso; ha un buon contenuto proteico ed è forse l’affettato per eccellenza per chi è a dieta;
  • La bresaola: magrissima e gustosa, ogni piano dietetico la include. Anche qui siamo davanti ad un affettato che si può senza ombra di dubbio consumare anche durante la colazione;
  • Il prosciutto cotto sgrassato: un prodotto, anche questo, piuttosto magro e che non trova controindicazioni specifiche, anche nel caso in cui dovesse essere consumato durante il primo pasto della giornata.

Per il resto c’è davvero poco in cui sperare e gli affettati dovrebbero essere eliminati o comunque ridotti fortemente in ogni tipo di dieta, anche se l’obiettivo ultimo non è quello di dimagrire.

Occhio però al sodio e ai conservanti

Quando scegliamo un alimento per la nostra dieta, non possiamo badare esclusivamente al monte calorico dell’alimento, ma dovremmo guardare, come amiamo ripetere, al quadro complessivo che accompagna il prodotto.

Nel caso degli affettati i problemi possono essere, se di derivazione industriale (ma in alcuni casi anche per i prodotti genuini dei contadini vicino casa), principalmente due:

  • Eccessivo uso di conservanti;
  • Eccessivo uso di sale.

Si tratta di problematiche che rendono gli affettati adatti al consumo massimo settimanale e assolutamente non quotidiano.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons