Loading...

Si può mangiare il pesce spada a dieta?

pescespadaIl pesce spada è un grandissimo pesce, qualitativamente parlando, che chi ha la fortuna di abitare le rive del Mediterraneo (come noi italiani) avrà sicuramente imparato a conoscere. È un pesce buono, facile da preparare, tendenzialmente magro e che farebbe pensare dunque ad un suo ottimo impiego all’interno di una qualunque dieta, ipocalorica e non.

Vediamo di rispondere insieme alla domanda “Si può mangiare il pesce spada a dieta?”. Tutto lascerebbe pensare di sì, ma meglio informarsi prima di inserire un qualunque alimento nel proprio regime alimentare.

Poche calorie

Le calorie contenute nel pesce spada sono davvero poche: parliamo di circa 160-180 calorie per 100 grammi di prodotto, una quantità davvero minima anche se messa a paragone con quelli che sono gli altri pesci. È più magro ad esempio del salmone, utilizzatissimo in ogni tipo di dieta. È più magro del merluzzo e ha un apporto proteico, di cui parleremo tra pochissimo, davvero importante.

Per quanto riguarda le calorie dunque, semaforo completamente verde: il pesce spada è, almeno guardando a quanto fa ingrassare nel senso stretto, più che ottimo per ogni tipo di regime dietetico. 

Tante proteine

La cosa ancora più positiva è il fatto che il pesce spada apporti quasi esclusivamente proteine: si tratta di un alimento che è dunque ottimo non solo per la dieta in generale, ma anche per tutti quei regimi che fanno affidamento su grassi e proteine (pensiamo alla Dukan o ad una qualunque dieta iperproteica o low carb).

Il pesce spada è dunque uno dei re assoluti del mondo dell’alimentazione e dovremmo, per quanto possibile, cercare di consumarne di più. Non ci sono lati negativi? Purtroppo sì, anche se non riescono comunque a renderlo un alimento da evitare.

Ottimo anche crudo

Il pesce spada, se correttamente abbattuto, può anche essere consumato crudo. Si tratta di qualcosa di particolarmente interessante soprattutto per chi è a dieta, dato che in questa versione c’è da aggiungere veramente pochissimo a livello di condimento, portando così in tavola un piatto estremamente ricco in nutrienti, ma povero di calorie.

Occhio al mercurio

Dobbiamo però fare attenzione al mercurio, che è contenuto praticamente in tutti i pesci pescati nei mari locali. Non bisognerebbe superare le 2-3 porzioni di pesce a settimana, e questo include anche il pesce spada.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons