Loading...

Zucchero di canna: si può consumare a dieta?

zucchero di cannaLo zucchero di canna, dal colore bruno e dall’aspetto sicuramente più naturale rispetto a quello bianco, è forse uno dei miti più duri a morire nel mondo dell’alimentazione e della dietologia.

Il suo colore bruno, le leggende metropolitane che lo vogliono più salutare, più dietetico e più ricco di minerali, una buona dose di ignoranza hanno reso questo alimento (pressoché inutile) una presenza fissa nei bar di tutta Italia.

Ma c’è davvero qualcosa di buono nello zucchero di canna bruno? Oppure si tratta, come abbiamo poi anticipato, di qualcosa che non ha poi molto senso consumare?

Meno calorie? Mica tanto

Lo zucchero di canna è diventato molto popolare in quanto è ritenuto meno calorico di quello bianco. Si tratta di una verità, certamente, ma quasi completamente irrilevante. Siamo davanti ad un prodotto che ha 370 calorie per 100 grammi, mentre lo zucchero ne ha 390 per 100 grammi di prodotto. Si tratta di una differenza, per cucchiaino, decisamente minima, che non dovrebbe assolutamente spingere a consumare un prodotto invece di un altro.

Se il vostro unico grattacapo è quello delle calorie, allora davvero non c’è motivo per andare a scegliere questo specifico prodotto invece del comune zucchero bianco.

Qualche minerale in più

È verissimo che la presenza di minerali è leggermente più alta nello zucchero di canna rispetto a quello bianco, questo però non deve farci pensare che si tratti comunque di un alimento salutare.

Il prezzo dei sali minerali che vengono così assunti è altissimo, perché si tratta comunque di un prodotto denso di calorie. I sali minerali contenuti, per intenderci, non devono assolutamente diventare una scusa per andare a consumare questo prodotto, magari in eccesso.

Leggermente meglio, ma serve consumarne meno

Nonostante sia leggermente migliore dello zucchero “normale”, c’è assolutamente bisogno di ridurre le quantità di questo prodotto, sia nella versione bianca che nella versione di canna.

Quindi meglio non farsi gabbare da queste finte qualità: lo zucchero va ridotto all’osso e sostituito con prodotti che siano più nutrienti, a prescindere dal loro colore.

Abituarsi a bere il caffè amaro è qualcosa che non può che farvi bene.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons