Loading...

Dieta anti-acido urico: funzionamento e piano

iperuricemiaChi soffre di iperuricemia, può trovare sollievo seguendo una dieta che sia tarata secondo i suoi bisogni, ed è proprio di questo che ci occuperemo nell’articolo di oggi.

È considerato ”iperuricemico”, un soggetto che dopo 5 giorni di dieta ipopurinica ha valori di acido urico superiori a quelli normali, ovvero 7 mg/dl nell’uomo e 6,5 mg/dl nella donna. Dopo i 9 mg aumenta vertiginosamente il rischio gotta. La gotta è una malattia che presenta un elevato tasso di acido urico nel sangue, anche detta ”iperuricemia”.

L’acido urico è uno scarto del metabolismo delle purine, le persone con la gotta sintetizzano molte più purine rispetto ai soggetti sani, non riescono a smaltirle e l’accumulo di acido urico provoca dolore e infiammazione. Normalmente l’acido urico si elimina per via renale e attraverso la digestione.

Una dieta non sana ed eccessivamente ricca di proteine facilita l’insorgenza di iperuricemia nei soggetti che ne sono predisposti. Vita sedentaria, sovrappeso e obesità sono solo utili ad aggravare il problema. In caso di gotta o iperuricemia, bisogna eliminare gli alimenti ricchi di purine e proteine.

Alimenti da evitare e dieta

Evitate assolutamente gli alimenti ricchi di purine, come: acciughe, sardine, sgombri, cozze, fegato, cervello, ostriche, gamberi, salumi, insaccati, germe di grano e prodotti integrali.

Preferite invece alimenti a basso contenuto di purine e ricchi di amidi, come: latte, uova, verdure, ortaggi, frutta, pasta, cereali e patate. Qui di seguito riportiamo un esempio di dieta adatta a chi soffre di iperuricemia e gotta.

Si consiglia innanzitutto di bere 1,5 litri di acqua al giorno.

  • Colazione: latte scremato con fette biscottate e miele;
  • Spuntino: frutti rossi e yogurt magro;
  • Pranzo: pasta con sugo vegetale e parmigiano, insalata verde mista scondita, una fetta di pane;
  • Spuntino: frutti rossi e yogurt magro;
  • Cena: uova, insalata scondita di finocchi, una fetta di pane.

Ricordiamo sempre che esistono terapie adatte alla cura della gotta e dell’iperuricemia e che bisogna sempre consultare un medico se si pensa di essere affetti dalla patologia o se si nota di avere valori di acido urico troppo alti nel sangue. Se la malattia viene trascurata o curata in maniera scorretta, può provocare gravi danni all’organismo.

La dieta è solo un consiglio per gestire i sintomi e prevenire la malattia. Ricordiamo sempre di preferire uno stile di vita attivo e di fare almeno mezz’ora di attività fisica moderata al giorno.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons