Loading...

Dieta per l’appendicite: una guida completa

appendiciteL’appendicite è causata da un’infiammazione dell’appendice, una sacca annessa alla parte inferiore e destra dell’intestino crasso. L’appendice si gonfia e causa dolore, nausea, costipazione, diarrea, vomito e febbre. Gli individui affetti di solito hanno poca fame e lamentano frequenti e fastidiosi dolori addominali.

Non bisogna mai trascurare l’appendicite, se l’appendice si rompe può portare anche alla morte per peritonite in caso in cui il paziente non venga operato tempestivamente. Un aiuto fondamentale per ridurre i problemi dell’appendicite o recuperare dopo l’operazione è costituito dalla dieta.

Un’alimentazione ricca di fibre e povera di grassi aiuta a combattere i problemi causati dall’appendicite. L’alcol è assolutamente vietato e le abbuffate domenicali devono rimanere un vago ricordo.

L’appendice si infiamma anche a causa della vita sedentaria che a lungo andare provoca problemi di stipsi e accumulo di feci nell’intestino che possono occludere l’appendice, aiutare la proliferazione di batteri e quindi causare l’appendicite.

Dieta e appendicite

Se siete in sovrappeso dovrete perdere qualche chilo. Il peso influisce sulle varie funzionalità del corpo e anche su quelle dell’intestino. Anche le persone sottopeso possono incorrere negli stessi problemi delle persone obese e in sovrappeso, per far sí che il corpo funzioni al meglio e prevenga o contrasti le malattie bisogna tenere il peso sotto controllo.

Per aiutare il corpo a contrastare i problemi dovuti all’appendicite bisogna consumare alimenti ricchi di fibre e non dimenticarsi di mangiare frutta e verdura. Non condite eccessivamente i cibi, perché i condimenti sono ricchi di grassi e irritano l’intestino.

Prediligete i cibi integrali e lo zucchero non raffinato, limitate i dolci ed evitate i fritti. Cercate di cuocere i cibi al forno o al vapore e utilizzate grassi buoni come l’olio extra vegine di oliva, anche se in quantità modeste. Se siete pigri potete optare anche per la cottura al microonde.

Come alimento principale, cerca di prediligere carni bianche e magre e aumenta il consumo di pesce non grasso (tonno e salmone vanno consumati con cautela). Il latte e i prodotti caseari vanno consumati con moderazione, per cui cercate di acquistare preferibilmente latte scremato e formaggi magri.

Cercate di variare la dieta e di bere molta acqua per aiutare le feci a rimanere morbide e per far sí che vengano espulse facilmente e non ristagnino nell’intestino.

Inoltre consigliamo di evitare il caffè e le bevande gassate o troppo zuccherine, i cibi ricchi di sodio e le bevande alcoliche. Sono concesse alcune spezie anche se in quantità moderate: potete consumare peperoncino, pepe e zafferano.

Per essere sicuri di seguire la dieta più giusta per voi e per il vostro problema, rivolgetevi al vostro medico e ad un nutrizionista.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons