Loading...

La Dieta e l’ovaio Policistico: cosa DEVI sapere

policisticoL’ovaio policistico è una condizione a carico dell’utero e delle ovaie entro la quale vengono fatte ricadere diverse manifestazioni di malessere.

Si tratta di una patologia dunque complessa, che ha un quadro piuttosto complicato di sintomi e manifestazioni e che può essere, come vedremo tra poco, combattuto molto efficacemente con una dieta adeguata.

Vediamo insieme come organizzare una dieta contro l’ovaio policistico, individuare quali siano i punti cardine intorno ai quali organizzare la dieta e soprattutto cosa mangiare e cosa no.

Continuate a leggere.

Una premessa sull’ovaio policistico

L’ovaio policistico è una condizione medica piuttosto eterogenea, che in genere si presenta con:

  • Irregolarità mestruali di qualunque tipo;
  • Iperandroginismo (alopecia, acne, irsutismo);
  • Obesità (in almeno il 50%) dei casi.

È una causa di infertilità piuttosto comune tra le donne e causa anche, molto spesso, aborti spontanei durante le prime 12 settimane di gravidanza.

L’ovaio policistico ha delle cause metaboliche che possono essere ricondotte all’insulino-resistenza ed è proprio per questo motivo che una dieta adatta può aiutarci a combattere questo tipo di problematica.

Una dieta ipoglicemica

Abbiamo necessità di seguire dunque un piano dietetico che sia, per quanto possibile, ipoglicemico. Si tratta di un piano che punta ad eliminare i cibi che hanno picchi glicemici piuttosto alti. Per questo motivo dovremmo cercare di aumentare le porzioni di:

  • Frutta non zuccherina;
  • Verdura a foglia verde;
  • Latticini (yogurt, latte intero, formaggi freschi);
  • Cereali integrali;
  • Prodotti da farine integrali;
  • Pasta cotta molto al dente.

Invece sarebbero da evitare quelli che sono i cibi ad alto indice glicemico, come:

  • Cereali raffinati;
  • Zucchero di ogni tipo;
  • Dolci;
  • Torte;
  • Bevande zuccherine;
  • Bevande gassate;
  • Sciroppo di glucosio;
  • Frutta molto zuccherina;
  • Patate;
  • Pane bianco;
  • Biscotti;
  • Uva;
  • Melone;
  • Zucca.

Si tratta di una lista di alimenti consentiti e da eliminare che deve essere seguita pedissequamente per cercare di ridurre quelle che sono le sintomatologie e le manifestazioni dell’ovaio policistico.

Si tratta di una dieta che può decisamente cambiare quello che è il corso di questa patologia e restituire risultati decisamente interessanti, probabilmente superiori a quelli che possono essere offerti dalle altre terapie, anche di carattere farmacologico.

Parlatene comunque con il vostro ginecologo, che vi illustrerà tutti i benefici che possono essere ottenuti tramite una dieta corretta e ipoglicemica.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons