Loading...

Una dieta come rimedio per il Fegato Grasso?

steatosiChi soffre di statosi epatica, più volgarmente detta fegato grasso, si trova ad affrontare una condizione patologica nella quale il metabolismo dei grassi potrebbe essere gravemente compromesso e che sopratutto può trovare sollievo da quella che è una dieta studiata appunto per migliorare lo stato di salute del nostro fegato.

Vediamo insieme che tipo di aiuto può darci una dieta corretta, tenendo conto di tutti i fattori importanti per la comprensione e la soluzione di questa condizione.

Quando si parla di fegato grasso?

Si può parlare di fegato grasso quando l’accumulo di grassi nel fegato supera il 5–8% del peso stesso del fegato. Si tratta di una patologia che può avere diverse cause (sia da abuso di alcol che da stili di vita errati, a prescindere dall’alcol) e che, nelle sue evoluzioni peggiori, può portare a gravi insufficienze epatiche.

Per questo motivo è assolutamente necessario cambiare rotta immediatamente e farlo partendo sia dalla dieta che dall’esercizio fisico.

Le regole di dieta per chi soffre di fegato grasso

Chi soffre di fegato grasso deve innanzitutto cercare di eliminare:

  • Gli zuccheri raffinati, ovvero quelli contenuti in pasta, pane e riso;
  • Cercare di tagliare tra le 300 e le 700 calorie, per cercare di rientrare in normopeso;
  • Aumentare l’apporto di fibre attraverso l’aumento delle porzioni di verdure e di frutta con la buccia;
  • Cercare di basare l’apporto di grassi su olio d’oliva, olio di pesce, oli vegetali in generale, frutta secca.

Una dieta tipo che potrebbe aiutarvi a seguire un regime corretto per limitare i danni al fegato e soprattutto per perdere qualche chilo, condizione che in genere si collega alla statosi.

Qual è la dieta tipo?

La dieta tipo da seguire, per chi dovrebbe ingerire intorno alle 1500 calorie al giorno, è quella che segue.

Colazione

Due fette biscottate integrali, un cucchiaio di ricotta. Mezzo frutto di stagione.

Spuntino di metà mattinata

Lo spuntino di metà mattinata invece deve essere più sostanzioso. Potremo mangiare 20 grammi di formaggio fresco, 7–8 mandorle tostate, mezzo frutto di stagione.

Pranzo

A pranzo potremo consumare 200 grammi di salmone alla griglia, mezza tazza di riso integrale da bollire, 100 grammi di legumi, verdura bollita a piacimento.

Merenda

Per merenda si possono consumare un pacchetto di crackers e 20 grammi di formaggio magro.

Cena

A cena invece 150 grammi di pollo alla griglia, condito al massimo con un cucchiaino d’olio d’oliva, verdura cotta non condita.

Si tratta di una dieta però semplicemente d’esempio, che andrebbe comunque tarata di nuovo a seconda delle vostre esigenze specifiche, soprattutto se state vivendo una condizione fisica particolare come quella della steatosi.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons