Loading...

Dieta Scarsdale: menù di mantenimento

scarsdaleLa dieta Scarsdale è una dieta di cui abbiamo già parlato in modo piuttosto diffuso, non apprezzandone in realtà quelle che sono le basi scientifiche e soprattutto le modalità di funzionamento. Si tratta di una dieta però piuttosto popolare, che dopo avervi costretto ad un piano base piuttosto restrittivo, vi consente, una volta raggiunto di nuovo il pesoforma, di entrare in quella che è la fase di mantenimento.

Si tratta di una fase dal piano alimentare sicuramente più equilibrato e meno dannoso, ed è per questo cha abbiamo deciso di proporlo ai nostri lettori che, sebbene abbiamo consigliato il contrario, hanno deciso di andare davvero a seguire la dieta Scarsdale.

Il menù per la dieta di mantenimento

La colazione

A colazione, con la dieta Scarsadale durante il mantenimento, potremo consumare un’arancia, oppure una mela, oppure un pompelmo. Si può aggiungere una fetta biscottata integrale o una fetta di pane integrale.

Si può consumare senza problemi un caffè, a patto che sia però senza zucchero né latte.

Il pranzo

Per quanto riguarda il pranzo possiamo in realtà scegliere tra diversi alimenti:

  • Carne fredda, cotta al vapore o alla griglia, scegliendo tra pollo, tacchino, tagli magri del manzo, tagli magri del maiale. A questi piatti non si deve assolutamente aggiungere alcun tipo di grasso in cottura.
  • Come contorno possiamo scegliere pomodori, zucchine alla griglia, melanzane alla griglia, peperoni.
  • Al posto della carne si può anche consumare senza alcun tipo di problema pesce, scegliendo però tra varietà piuttosto magre. Anche i crostacei si possono consumare, anche se provando a contenere un po’ di più le porzioni.

Lo cena

Il fatto curioso della dieta Scarsdale è che, almeno nei libri ufficiali, non prevede alcun tipo di spuntino. Si tratta di qualcosa che ci farà arrivare, purtroppo, a cena piuttosto affamati. La cena però è, almeno se paragonata ad altre diete dimagranti, relativamente sostanziosa. Potremo infatti consumare:

  • La carne, se non l’abbiamo consumata a pranzo.
  • In alternativa pesce come sogliola, merluzzo, muggine, trota. Sempre cotti senza alcun tipo di grasso aggiunto, alla griglia o al vapore.
  • Verdure senza olio a volontà: bollite, alla griglia, al vapore, non fa alcuna differenza, anche se in genere al vapore riescono a mantenere di più il gusto.
  • Come al solito, niente pane.

Un regime che funziona? Secondo noi no

Si tratta comunque, nonostante abbiamo proposto il menù originale nelle nostre pagine, di un regime alimentare che ci sentiamo vivamente di sconsigliare.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons