Loading...

Dieta Liquida per dimagrire: cosa mangiare?

dieta liquidaLa dieta liquida (che in alcuni frangenti viene chiamata dieta dei frullati) è una delle ultime follie che arrivano dagli Stati Uniti. Si tratta di una follia in quanto siamo davanti ad un regime dietetico estremamente ipocalorico, che attrae soprattutto chi ha la necessità di perdere tanti chili in pochissimo tempo.

Vediamo insieme come funziona la dieta liquida e se c’è davvero un buon motivo per seguirla.

Come funziona questa dieta?

La dieta in questione ha un funzionamento piuttosto basilare. Si consumano infatti esclusivamente frullati di frutta e verdura, con tutto quello che ne consegue: buona idratazione, buon apporto di fibre e di vitamine, ma poco di più. Si tratta di una dieta estremamente ipocalorica e sbilanciata, dato che, a parte i pochi zuccheri contenuti nella frutta, non avremo alcun tipo di macronutriente.

Il piano, come ve lo presenteremo, è estremamente misero e sicuramente non costituisce una buona base per una dieta, anche per quei soggetti che, per dimagrire, devono ingerire davvero pochissime calorie.

Cosa si può consumare?

Si consumano in tutto 8 frullati al giorno, divisi su 5 pasti. Vediamo insieme che tipo di frullati si possono però preparare:

  • Banana e mela, con l’aggiunta di acqua o latte totalmente scremato;
  • Mela e kiwi, sempre con l’aggiunta di acqua o latte scremato;
  • Kiwi e banana;
  • Arancia, limone e pesca;
  • Pesca e cocomero;
  • Melone e mela;
  • Melone e arancia;
  • Cetriolo e pera;
  • Cetriolo e kiwi.

Le combinazioni sono in realtà piuttosto varie e starà semplicemente alla vostra fantasia abbinare frutti, tenendo però sotto controllo il valore zuccherino e calorico di ogni frutto. Evitare dunque di mischiare frutti molto calorici, come banane e cachi.

Per quanto si può sostenere questo regime?

Ad avviso dei nostri dietologi, questo regime non dovrebbe essere seguito neanche per una settimana, e possibilmente scartato sul nascere. Per chi volesse comunque provare a seguirlo, il nostro consiglio è quello di non eccedere comunque le 72 ore, dato che il regime è tanto sbilanciato da risultare estremamente pericoloso anche in un arco di tempo così breve.

Per questo motivo vi invitiamo, ancora una volta formalmente, a scartare questo regime (e più in generale quelli che gli assomigliano), in quanto non sono assolutamente in grado di garantirci né il dimagrimento sul lungo periodo, né la salute.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons