Loading...

Dieta Alcalina: principi, vantaggi e Menù di esempio

dieta alcalinaLa dieta alcalina è una dieta che si è guadagnata le prime pagine di tutti i rotocalchi, nonostante sia pesantemente avversata dalla totalità dei dietologi.

Si tratta infatti di una di quelle diete che promettono molto più del dimagrimento: secondo chi l’ha ideata infatti, mantenendo il pH del nostro corpo a livelli bassi, si riuscirebbero a combattere patologie anche serie.

Si tratta di una promessa forte che, lo diciamo in apertura a scanso di equivoci, però non può essere affatto mantenuta, in quanto la dieta in questione non è basata su qualcosa di scientifico, ma piuttosto su dicerie e leggende che purtroppo, nella vita reale, non hanno riscontro.

Il principio della dieta

Il principio della dieta alcalina è quello che gli alimenti basici, ovvero quelli che hanno un pH inferiore a quello del nostro corpo, siano più salutari e permettano addirittura di far scendere il pH generale del nostro sangue, per andare a curare, anche qui in modo inspiegabile, alcune patologie.

La verità è che il nostro corpo ha meccanismi piuttosto complessi che gli permettono di regolare il pH, a prescindere da quello che si mangia e dunque non c’è modo, attraverso l’alimentazione, di alterarne l’equilibrio.

Qual è il piano della dieta?

Nonostante la sua totale inutilità, vi proponiamo un piano tipo della dieta alcalina.

Colazione

A colazione niente carboidrati, ma un frullato di verdure e frutta. Possiamo consumare banana e cetriolo, oppure avocado e finocchio, frullati per bene e con l’aggiunta di un po’ d’acqua.

Spuntino

Come spuntino mattutino, andrà benissimo una banana.

Pranzo

Per il pranzo invece le preparazioni si fanno più complicate. Dovremo infatti mangiare una zuppa di legumi (possibilmente fagioli, farro, lenticchie), per contorno carote fresche (200 grammi circa) e come dessert una mela.

Spuntino pomeridiano

Per spuntino pomeridiano possiamo bere un succo di frutta di pera.

Cena

La cena è più proteica degli altri pasti e prevede 80 grammi di salmone, zucca o fagiolini, sempre 200 grammi, una mela o una pera.

Il piano funziona?

Il piano più che guarirvi dalle malattie, potrebbe aiutarvi a perdere peso, dato che è comunque relativamente bilanciato e contiene poche calorie. Se però vi aspettate che magicamente vi permetterà di liberarvi dalle vostre patologie, anche se gravi, meglio passare la mano e rivolgervi al vostro medico per una diagnosi e una terapia serie e soprattutto in linea con quanto prescrive la scienza.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons