Loading...

Vivere 100 anni con la Dieta di Okinawa: segreto di longevità

okinawaLa dieta Okinawa è una dieta che prova ad emulare il regime alimentare degli abitanti delle isole Ryukyu, di cui Okinawa è appunto la maggiore. Si tratta di un regime interessante, perché parte da un presupposto assolutamente incredibile: gli abitanti di queste isole vivono molto a lungo (il 20% oltre i 100 anni) e la loro longevità sembrerebbe da attribuirsi proprio al regime alimentare che seguono.

La dieta

La dieta Okinawa è basata al 30% su ortaggi gialli e verdi e, nonostante la dieta giapponese sia basata sul riso, su queste isole questo alimento svolge un ruolo assolutamente residuale.

Il carboidrato di base è infatti la patata dolce, che comunque viene consumata in dosi piuttosto moderate: la dieta di Okinawa infatti ha un apporto di calorie derivanti dagli zuccheri che è solo il 30% di quella Giapponese e il 20% di quella Mediterranea.

Anche il pesce, che è un’altra delle basi della dieta dei giapponesi, non viene poi servito molto di frequente da queste parti: circa 3 porzioni a settimana, una quantità irrisoria rispetto alle 10 porzioni settimanali nelle altre parti del Giappone.

Si tratta dunque di una dieta prevalentemente basata sugli ortaggi e che fa poco affidamento anche su quelli che sono gli alimenti tipo delle diete orientali.

I risultati sono sotto gli occhi di tutti: chi vive a Okinawa riesce a superare, nel 20% dei casi, la boa dei 100 anni di vita, un risultato assolutamente incredibile se paragonato alla seppur alta media giapponese, che si attesta intorno agli 83 anni.

La dieta dimagrante

Esiste una dieta di Okinawa non originale, che offre un piano che si basa sulla dieta delle isole, che ha come scopo non soltanto quello di farci vivere a lungo, ma anche quello di farci dimagrire.

Il principio della dieta si basa sulla divisione degli alimenti in 4 categorie, scelte a seconda della densità energetica di ogni alimento:

  • La prima fascia è quella degli alimenti che hanno meno di 0.8 calorie per grammo. Sono gli alimenti che si possono mangiare sempre e liberamente.
  • La seconda fascia invece è quella egli alimenti che arrivano massimo a 1,5 calorie per grammo. Si devono mangiare con moderazione.
  • La terza fascia invece è quella degli alimenti che arrivano fino a 3 calorie per grammo, che vanno mangiati al massimo 2 volte a settimana in porzioni più che contenute.
  • La quarta fascia include invece gli alimenti oltre le 3 calorie per grammo. Questi dovrebbero essere esclusi, per quanto possibile, dalla dieta.

La dieta di Okinawa, nella versione che si trova dalle nostre parti, non è in grado di offrirci alcun tipo di assicurazione sulla longevità, ed essendo libera, neanche sul dimagrimento.

Si tratta di una dieta che trae la sua forza più dalla suggestione creata dall’associazione con un nome del genere, che dalla sua effettiva efficacia. Non ci sentiamo di sconsigliarla, ma sicuramente non è il Santo Graal degli obesi.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons