Vomitare dopo Mangiato fa dimagrire?

vomitoBatuffoli di cotone col succo d’arancia. Diete a base di crusca. Corse al bagno per vomitare dopo che si è mangiato. Di misure folli per dimagrire ne leggiamo tutti i giorni ed essendo un sito che vi propone di tornare in forma e soprattutto in salute, siamo spesso costretti ad avvisarvi sugli effetti nefasti che questo tipo di contromisure può causare.

Vomitare dopo mangiato fa sicuramente dimagrire, dato che tutto quello che avremo assunto tramite l’alimentazione finirà nel WC, ma non si tratta, al pari del digiuno totale, di un metodo di dimagrimento vero, dato che andremo a denutrire il nostro corpo, piuttosto che fargli perdere grasso.

Vediamo di capirne qualcosa in più.

Dimagrire vuol dire perdere grasso

Innanzitutto dobbiamo specificare che il nostro obiettivo, quando proviamo a dimagrire, è quello di perdere grasso e non semplicemente di perdere peso. In questo caso invece, nel caso del vomito subito dopo i pasti, non è questo l’effetto che otterremo, ma piuttosto andremo ad aggredire, in assenza di qualunque introito calorico, direttamente la nostra massa muscolare, con tutto quanto ne consegue a livello di dimagrimento presente e futuro.

Stiamo aggredendo, per intenderci, la parte magra del nostro corpo, a scapito di quella grassa, e il nostro metabolismo non potrà che rallentare, rendendo addirittura più difficile il dimagrimento.

Per questo motivo il vomito dopo i pasti, a prescindere dai problemi di cui parleremo tra pochissimo, deve essere scartato anche come soluzione rapida per dimagrire.

Gli altri problemi

Il vomito autoindotto è anche fattore scatenante di alcuni problemi al tratto digestivo, a partire dalla bocca per finire allo stomaco. Vediamo insieme quali sono le conseguenze più probabili:

  • Danni ai denti, alla lingua e anche alle gengive: i succhi gastrici hanno infatti un effetto deleterio su questo tipo di tessuti;
  • Lacerazione delle labbra, per i motivi sopracitati;
  • Problemi frequenti di alitosi;
  • Possibili problemi anche al tratto digerente, perché i succhi gastrici finiranno per occupare luoghi che non gli sono propri;
  • Lesioni e ulcere all’esofago e allo stomaco;
  • Rotture dello stomaco;
  • Lesioni infettive ai denti e alle gengive.

Come potete vedere ci sono un mucchio di buoni motivi per non vomitare dopo i pasti, a prescindere da quanto sia serio il nostro problema di peso.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons