Pressoterapia: funziona davvero per dimagrire?

Pressoterapia funziona davveroFunziona davvero la pressoterapia? Prima di rispondere a questa domanda, cerchiamo di capire che cos’è e quando è consigliabile ricorrere a questo particolare trattamento estetico.

La pressoterapia

La pressoterapia è un trattamento che, attraverso una forte pressione esterna, migliora la funzionalità sia del sistema linfatico, sia di quello circolatorio.

Perché molte donne ricorrono a questa terapia? Per risolvere efficacemente il problema della ritenzione idrica che, com’è noto, è la causa principale della pelle a buccia d’arancia, ossia dell’odiosa cellulite.

Di solito le parti del corpo sottoposte a trattamento sono gambe e braccia, ma può essere sottoposta a pressoterapia anche la zona addominale.

Come funziona

La pressoterapia, come si evince dalla parola stessa, consiste nell’esercitare una pressione sulla zona del corpo che necessita di trattamento.

La terapia prevede l’utilizzo di macchinari medici appositamente studiati per riattivare la circolazione dei vasi sanguigni e linfatici. In questo modo, la macchina stimola il drenaggio dei liquidi in eccesso e favorisce l’eliminazione delle tossine accumulate nel corpo.

Le apparecchiature

In pratica i macchinari usati dalla pressoterapia funzionano con delle pompe d’aria. Ci sono cinque sacche separate che si posizionano intorno agli arti.

Queste sacche dalla forma anatomica sono indossate dal soggetto che si sottopone alla terapia e ricoprono completamente le parti del corpo da trattare.

Il trattamento con le sacche che si gonfiano partendo dalle zone periferiche fino ad arrivare alle superiori. Se si trattano le gambe, il ciclo inizia dalla caviglia e arriva fino alle cosce. Quando tutti gli applicatori si saranno gonfiati, il trattamento finisce.

In genere ogni seduta dura dai 35 ai 45 minuti. Il successo di questo trattamento medico-estetico, dunque, si deve quasi esclusivamente alle apparecchiature che negli ultimi anni si sono sempre più perfezionate adattandosi di volta in volta all’evoluzione delle metodologie impiegate nella pressoterapia.

Il successo

Anche la pressoterapia è nata circa quindici anni fa, in Italia questa pratica si è andata diffondendo soprattutto negli ultimi tempi. Nonostante lo spauracchio dei costi un po’ elevati, la pressoterapia oggi fa registrare un incremento su tutto il territorio nazionale, soprattutto, a Nord e al Centro.

I benefici

Non c’è dubbio che la pressoterapia abbia effetti positivi sul corpo. Con questo tipo di terapia non solo si riduce la ritenzione idrica, quindi la cellulite, ma si tonificano i tessuti e, le persone in sovrappeso ne ricevono anche un salutare effetto dimagrante.

Funziona davvero?

Pressoterapia funziona davveroE’ davvero consigliabile il ricorso alla pressoterapia? A giudicare dai risultati e, perché no, anche dei costi, affidarsi ai trattamenti di pressoterapia sembrerebbe essere la soluzione più razionale.

Intanto, rispetto a soluzioni alternative, come cure farmacologiche o interventi di liposuzione e quant’altro, di sicuro la pressoterapia è la meno invasiva.

E poi ricorrere a interventi chirurgici, farmaci di varia natura abbinati a creme rassodanti, prodotti dietetici e quant’altro, costerebbe molto di più di un ciclo di pressoterapia.

Ovviamente non c’è la matematica certezza che la pressoterapia risolva d’emblée tutti i problemi.

Di sicuro però, rispetto ad altri trattamenti riesce a dare risultati migliori che non dipendono dalle caratteristiche di una persona e nemmeno dalla sua capacità di rispondere a una dieta o a una cura farmacologica.

Molte donne che si sono sottoposte a pressoterapia, sono pronte a giurare che risultati visibili ci sono già dalla prima seduta.

Controindicazioni

Anche la pressoterapia ha le sue controindicazioni. Intanto è bene sapere che quando non è eseguita bene, eventualità che capita sempre meno, la pressoterapia può causare insufficienza venosa e cardiaca e trombosi venosa. Perciò è bene rivolgersi sempre a centri specializzati e affidarsi alle mani esperte di personale qualificato.

Poi bisogna ricordare che ci sono alcune categorie di persone cui la pressoterapia è tassativamente vietata. Chi sono? Quanti soffrono di: vene varicose, insufficienza arteriosa o cardiaca, trombosi e donne in gravidanza. Anche per la pressoterapia, dunque, vale il consiglio di sempre: chiedere sempre il parere del proprio medico prima di sottoporsi ai trattamenti.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons