Dieta contro la ritenzione idrica: guida completa

Dieta contro la ritenzione idricaEsiste una dieta contro la ritenzione idrica? Certo, ed è anche molto facile da seguire perché non costringe a sacrifici enormi. La ritenzione idrica è la causa principale della cellulite e può essere primaria, secondaria, iatrogena e alimentare. Noi ci occuperemo della ritenzione idrica causata da cattive abitudini alimentari. Ecco la dieta.

La ritenzione idrica

La ritenzione idrica è una vera e proprio patologia che in Italia interessa almeno il 30% delle donne. Questo disturbo può essere originato da varie cause, disfunzioni renali o cardiache, reazioni allergiche, cure farmacologiche prolungate, infiammazioni, variazioni ormonali dovute a gravidanza, mestruazioni o menopausa, e altro ancora. Tuttavia, senza tema di smentita, si può affermare che la causa principale della ritenzione idrica è uno stile di vita scorretto.

Che cos’è

I medici quando parlano di ritenzione idrica si riferiscono alla capacità che ha il nostro organismo di trattenere i liquidi nei tessuti. Quando per uno dei motivi sopra citati il sistema circolatorio – nello specifico ci si riferisce ai capillari linfatici e sanguigni – va in sofferenza, si crea un ristagno sottocutaneo di tossine e liquidi. Questo anomalo accumulo gonfia e fa diventare fibroso il tessuto adiposo il quale, premendo contro l’esterno dà origine alla famosa pelle a buccia d’arancia, ossia alla cellulite.

La cura

Anche per contrastare la ritenzione idrica bisogna andare all’origine del problema. Quando alla base non ci sono patologie gravi, la ritenzione idrica si cura cambiando stile di vita e alimentazione. Ci sono alcune abitudini che contribuiscono, e non poco, all’insorgenza della malattia. Chili di troppo, alcol, fumo, alimenti pieni di sodio, consumo eccessivo di caffè, tacchi alti, abiti molto stretti, vita frenetica, stress e, soprattutto, sedentarietà, sono le abitudini insalubri di cui si nutre la ritenzione idrica. Da dove iniziare? Sicuramente si deve partire da una corretta alimentazione e da una costante attività fisica.

La dieta

La ritenzione idrica si combatte con una dieta abbastanza equilibrata atta a disintossicare l’organismo. Purificare il corpo dalle tossine è il primo passo per eliminare gonfiori, migliorare la circolazione sanguigna e perdere qualche chilo di troppo. La dieta contro la ritenzione idrica ha una fase d’attacco iniziale che è quella della disintossicazione. In questa fase, che serve a eliminare le tossine e i liquidi accumulati nei tessuti, il gonfiore comincia a sparire. La seconda fase la dieta si concentra di più al miglioramento della circolazione sanguigna e al rafforzamento delle pareti dei vasi capillari.

Il gonfiore

Dieta contro la ritenzione idricaPer eliminare il gonfiore bisogna prediligere alimenti ricchi di acqua come frutta e verdura. Poi bisogna bere molta acqua e aiutare il processo di depurazione anche con tisane drenanti e disintossicanti. Vanno eliminati tutti i cibi che contengono sodio come salumi, formaggi stagionati, brodo, patatine e tutti gli alimenti salati. Di rimando è necessario incrementare il consumo di cereali integrali, legumi, kiwi e altri alimenti ricchi di potassio.

La circolazione

Per migliorare la circolazione bisogna aumentare l’apporto di vitamina C. Via libera, dunque, agli agrumi, a tutta la frutta fresca di stagione, a peperoni, cetrioli, pomodori e ortaggi a foglia verde. Per rinforzare le pareti dei capillari, vanno benissimo i frutti di bosco, soprattutto, i mirtilli. Ottimo a tale scopo è anche il tè verde. E’ consigliabile assumere una certa quantità di calcio e magnesio con alimenti come yogurt, latticini freschi e latte.

Menù

Un esempio di menù giornaliero di una dieta atta a contrastare la ritenzione idrica, potrebbe essere il seguente:

  • Colazione: una tazza di latte con cereali e un frutto fresco. In alternativa uno yogurt e una macedonia di frutta.
  • Spuntino: una banana oppure un kiwi.
  • Pranzo: pasta, o riso, integrale condita con sugo di pomodoro fresco. Pesce condito con olio evo e molto limone, contorno di verdure a foglie larghe. Il pasto finisce con un frutto fresco, o meglio, un agrume.
  • Merenda: frutta secca o un frutto di stagione.
  • Cena: carne magra, verdura a foglie larghe, un frutto.

Le tisane

Le tisane sono indispensabili in una dieta contro la ritenzione idrica.  Fra le erbe che aiutano a drenare i liquidi in eccesso troviamo la betulla, il tarassaco, la vite rossa, l’uva ursina. Le tisane devono essere bevute senza zucchero. In alternativa per dolcificare si può usare un cucchiaino di miele oppure la Stevia. Inoltre, per vederne l’efficacia, è necessario bere almeno tre tazze di tisana al giorno.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons