Bevande gassate: meglio senza zucchero mentre si è a dieta?

Bevande gassate meglio senza zucchero mentre si è a dietaE’ meglio bere bevande gassate senza zucchero mentre si è a dieta? La risposta più sensata sarebbe: meglio eliminare dalla nostra alimentazione tutte le bibite gassate.

Ma se proprio si vuole trasgredire a questa saggia regola, davvero è meglio rivolgersi alle famose bevande light?

Le bevande gassate

La OMS, Organizzazione Mondiale della Sanità, consiglia a tutti di bere almeno due litri di liquidi al giorno. Ma quanti, per rispettare la prescrizione bevono solo acqua?

La stragrande maggioranza delle persone si disseta con bibite di ogni genere: gassate, zuccherate oppure light. E in molti, purtroppo, ignorano che ogni sorso di quella invitante, dissetante, colorata e briosa bevanda può provocare seri danni alla salute.

I danni alla salute

I nutrizionisti hanno inserito le bevande gassate zuccherate ai primi posti nella classica delle principali cause dell’obesità, soprattutto di quella infantile. In ogni bibita gassata si trova un pessimo zucchero: le aziende per risparmiare addizionano le bibite con enormi quantità di zucchero ricavato da mais transgenico.

Come se non bastasse, le bevande gassate aumentano il rischio di malattie cardiovascolari e anche di alcuni tipi di tumori.

A finire nel mirino anche del nostro Ministero della Salute sono soprattutto le bibite gassate a base di soda, gli Energy drink e i succhi di frutta. Tanto che per frenare il consumo di queste bibite il Ministero aveva proposto come deterrente di farne lievitare il prezzo con una maggiore tassazione così come accade già in Francia, Finlandia, e Norvegia.

Le bevande light

Le cose non vanno meglio per le cosiddette bevande light. Anche queste bibite hanno molto controindicazioni. Intanto le bibite light non sono senza zucchero e nemmeno tanto diet.

Le bibite light sono addizionate con aspartame, un dolcificante che molti esperti ritengono sia nocivo per la nostra salute. La Coca Cola negli ultimi tempi ha iniziato a usare dolcificanti naturali come la Stevia.

Tuttavia, la nocività di queste bevande non dipende solo dal dolcificante, ma anche dalla quantità di sodio che fa aumentare la ritenzione idrica e dalle bollicine.

Le bollicine

Le bollicine che rendono così piacevoli tutte le bevande gassate si ottengono con l’aggiunta di CO2, ossia di anidride carbonica. Ebbene, la carbonatazione manda in tilt il nostro cervello. In pratica quando si beve una bibita frizzante, il cervello non è più in grado di distinguere la differenza fra lo zucchero e i dolcificanti artificiali.

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Gastroenterology ed eseguito di ricercatori dell’Università di Salerno insieme con i colleghi dell’Università di Maastricht, questo effetto ingannevole che la carbonatazione ha sul cervello fa ingrassare.

Le bollicine, infatti, determinerebbero un particolare processo metabolico molto particolare. Giacché il nostro organismo è abituato ad associare al gusto dolce una determinata quantità di calorie, quando l’apporto calorico non corrisponde a quello atteso, il nostro corpo se ne accorge e non si attiva per bruciare le calorie. E fin qui nulla di strano.

Ma che cosa accade dopo? L’organismo, per una specie di assuefazione metabolica, continuerà a non bruciare la giusta quantità di calorie anche quando si mangerà qualcosa di molto calorico. Risultato? Chili in eccesso, malattie metaboliche e, soprattutto, obesità.

Bevande gassate meglio senza zucchero mentre si è a dietaLa crisi delle bevande gassate

Quando si fa una dieta, dunque, per non sbagliare è bene bere acqua pura, succhi di frutta naturali e tisane.

Ma se proprio si vuole soddisfare qualche voglia improvvisa, è ovvio, che è meglio rivolgersi a una bevanda senza zucchero.

Tuttavia vogliamo qui sottolineare che, grazie alle numerose campagne per la salute che hanno messo in guardia contro il consumo eccessivo delle bibite gassate, il settore industriale è entrato in crisi.

La prova? Molte aziende sono già corse ai ripari, non solo abolendo dai prodotti gli zuccheri chimici, ma addirittura lanciando prodotti che aboliscono del tutto le bollicine.

Una delle aziende che sta sperimentando nuove strade, manco a dirlo, è proprio la Coca Cola che ha lanciato Fairlife, ribattezzata Milka-Cola.

Si tratta di una bevanda dissetante, e anche molto nutriente, a base di latte che contiene poco zucchero, molto calcio e zero lattosio. Fairlife per il momento è venduta solo in America nelle zone di Denver, Chicago e Minneapolis-Saint Paul. Il costo? Il doppio del latte normale.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons