Carne arrosto: va bene per la dieta?

Carne arrosto va bene per la dietaLa carne, soprattutto negli ultimi tempi, si trova al centro di un dibattito che interessa molto l’intera comunità scientifica. La carne fa male? E’ cancerogena? Fa ingrassare?

Queste domande ancora non hanno una risposta sicura. Nel dubbio si consiglia di non esagerare con la carne rossa, di prediligere quella bianca e di utilizzare metodi di cottura salutari.

La carne arrosto per esempio va sicuramente bene in una dieta. Ecco perché.

Le proprietà della carne

Abolire la carne dalla propria alimentazione non è una scelta molto saggia. Mangiare carne un paio di volte a settimana, soprattutto se ci si rivolge a tagli magri, significa fornire all’organismo nutrienti essenziali.

La carne rossa, infatti, contiene sali minerali come calcio, ferro, potassio, cromo, rame, acido folico, magnesio e selenio.

Inoltre, questo prezioso alimento ha una buona dose di vitamine A che è indispensabile sia per rinforzare il sistema immunitario, sia per la buona salute di ossa e pelle.

E poi ancora nella carne rossa si trova un discreto quantitativo di grassi Omega 3 e altre vitamine come la D, la K e quelle del gruppo B.

La carne e la dieta

C’è chi per scelta ideologica, come vegani e vegetariani, rinuncia per sempre alla carne. Fa bene? Probabilmente no, poiché l’uomo nasce onnivoro.

Chi predilige un’alimentazione vegetariana, per non provocare all’organismo pericolose carenze, deve imparare a sostituire le proteine animali con quelle di origine vegetale: il controllo dei valori nutrizionali degli alimenti e la scelta del cibo, devono essere minuziosi.

Questo, per fortuna, è un problema che non ha chi segue un regime alimentare normale che con poche se semplici regole, può seguire un’alimentazione sana ed equilibrata.

Anche chi vuole dimagrire in modo sano, ha bisogno di tutti i nutrienti. Non a caso i nutrizionisti bocciano tutte le diete sbilanciate.

La carne, rossa o bianca che sia, entra di diritto in qualsiasi dieta equilibrata. Anche quando si fa una dieta, dunque, si possono consumare le carni a condizione che si evitino quelle particolarmente ricche di grassi saturi, si scelgano i tagli più magri e, soprattutto, si presti attenzione al metodo di cottura.

La cottura

Non è la carne in sé a creare problemi durante una dieta, bensì il metodo di preparazione e la tecnica di cottura. Tra le tecniche di cottura più salutari, di sicuro, troviamo l’arrosto e la griglia.

Con entrambi metodi si ottengono cibi dietetici e molto saporiti. Per preparare il cibo alla griglia, di solito si usa il caminetto o un barbecue all’aperto. Gli arrosti, invece, si possono fare in forno o sul fuoco diretto con l’ausilio di una pentola o di uno spiedo.

Con questa tecnica il grasso in eccesso degli alimenti scola sotto la griglia e va a finire nella teglia del forno. In questo modo i cibi diventano più digeribili e meno calorici.

Le calorie

Anche dal punto di vista delle calorie la carne rossa, soprattutto se cucinata arrosto o alla griglia, non è da demonizzare.

Infatti, una normale di bistecca di girello arrosto – peso stimato intorno ai 100-150 grammi – contiene solo 116 calorie, un hamburger 125, una porzione di rosbif arrosto ne ha 135, una scaloppina alla griglia 91, la spuntatura di lombo arrosto 138 e, persino, una porzione di filetto di maiale magro arrosto non supera le 158 calorie.

Giusto per avere un termine di paragone, una porzione di scaloppina di tacchino arrosto contiene 115 calorie, un petto di pollo 125 Kcal, e una porzione di gallina faraona ne ha 151. E’ interessante notare come la stessa quantità di pollo arrosto, se cucinato con la pelle, può arrivare a 226 calorie.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons