Si possono mangiare i ceci durante la dieta?

Si possono mangiare i ceci durante la dietaChi vuole dimagrire, spesso, evita i ceci perché ritiene che gonfino la pancia e che siano molto calorici. Non c’è nulla di più sbagliato.

I legumi in generale, infatti, sono ottimi alleati delle diete dimagranti. Anche i ceci, dunque, si possono mangiare durante la dieta. Ecco perché.

I ceci e la dieta

Sfatiamo una favola metropolitana: i ceci non causano gonfiori addominali e non sono ipercalorici.

Al contrario degli altri legumi, i ceci sono più digeribili perciò non danno origine a fastidiosi gas intestinali.

In più questi legumi svolgono un’azione drenante perciò contrastano la formazione sia di accumuli di grasso localizzati, sia dell’antiestetica cellulite.

Tra l’altro, essendo ricchi di fibre, i ceci aiutano il nostro organismo a eliminare sostanze nocive e a mantenere basso nel sangue i livelli di glucosio e trigliceridi.

Proprietà

I ceci, oltre a essere ricchi di fibre, contengono potassio, magnesio, fosforo, manganese, ferro, zinco, vitamine E, C, A e del gruppo B.

La presenza di vitamina B9 fa contribuire i ceci alla formazione di globuli rossi e bianchi, perciò il loro consumo aiuta a prevenire l’anemia. Alla vitamina B9, inoltre, si attribuisce anche la capacità di ostacolare l’insorgenza di tumori, leucemie, anomalie del tubo fetale e patologie dell’apparato cardiovascolare.

Valori nutrizionali

I ceci, fra le tante, hanno anche la pregevole proprietà di essere ricchi di calcio e di acido folico, in più contengono una buona dose sia di proteine, sia di carboidrati.

Per questo motivo basta una zuppa di ceci, o un piatto di pasta e ceci per soddisfare il fabbisogno energetico giornaliero. Non a caso vegani e vegetariani, sovente, fanno dei ceci il loro piatto fondamentale.

Nello specifico in un etto di ceci ci sono 8,9 grammi di proteine, 18,7 di carboidrati, 2,5 di grassi, 8,6 di fibre e 2,8 milligrammi di ferro.

Calorie

I ceci danno un apporto calorico diverso secondo se sono crudi, cotti o in scatola. Un etto di ceci secchi contiene 361 calorie, mentre nella stessa quantità di prodotto cotto, ce ne sono 120.

La differenza fra una tipologia e l’altra di ceci è davvero notevole: quasi il triplo. I ceci in scatola di calorie ne contengono 100. La farina di ceci ne ha 315, mentre nella farinata le calorie si riducono a 116.

Come si può notare i ceci non sono molto calorici. Probabilmente l’equivoco nasce dal fatto che, fra i legumi, sicuramente i ceci sono quelli che contengono più calorie, ma questo non significa che ci troviamo davanti a un alimento ipercalorico.

Tra l’altro i ceci hanno anche un indice glicemico basso perciò, oltre a essere consigliati ai diabetici, diventano un piatto fondamentale per la buona riuscita di qualsiasi dieta dimagrante.

I ceci e il giro vita

Potrà sembrare strano ma il consumo di ceci, e di legumi in generale, contribuisce a ridurre il giro vita come ha dimostrato uno studio eseguito dai ricercatori dell’Università di Otago, Nuova Zelanda.

Gli esperti hanno coinvolto nello studio 113 soggetti obesi che sono stati divisi in due gruppi. Il primo è stato sottoposto a una dieta a base di legumi, il secondo ha mangiato cereali a scelta.

Ebbene, alla fine del percorso, tutti i soggetti avevano perso gli stessi chili, ma quanti avevano consumato legumi, si sono ritrovati con una riduzione del giro vita maggiore di tre centimetri rispetto al gruppo nutrito con i cereali.

Come e quando

I ceci, soprattutto quando si fa una dieta, si possono mangiare lessi conditi con un filo d’olio evo, a zuppa, a insalata, oppure passati. Quando? Almeno due o tre volte a settimana. Si ricorda che i ceci, come i fagioli, rappresentano un’ottima alternativa alla carne.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons