Dieta equilibrata in menopausa: guida e consigli

Dieta equilibrata in menopausa guida e consigliLa menopausa non è una malattia ma un processo fisiologico naturale, una normale fase della vita che va vissuta con la dovuta serenità.

Oggi solo a pronunciare la parola menopausa, si rischia un attacco di panico. Non c’è nulla di più sbagliato. Conducendo una vita sana e curando l’alimentazione, questo periodo può essere affrontato senza drammi.

Ecco, dunque, una dieta equilibrata e qualche consiglio per vivere bene la fase della menopausa.

La menopausa

Letteralmente la parola menopausa significa fine delle mestruazioni.

In pratica, in questo periodo le ovaie della donna non producono più estrogeni, gli ormoni della riproduzione. Si può parlare di menopausa, quando il flusso mestruale è scomparso almeno da dodici mesi.

L’età della menopausa, di solito, si aggira intorno ai 50 anni. Ma ci sono fattori che possono anche accelerare il processo, il tabagismo, per esempio, potrebbe fare andare in menopausa una donna anche intorno ai 40 anni.

Cambiamenti e disturbi

Quando una donna entra in menopausa, il suo corpo subisce alcuni cambiamenti fisici e va incontro a noiosi disturbi.

Il cambiamento fisico più evidente dipende dall’aumento di peso. I chili di troppo sembrano concentrarsi soprattutto su pancia, fianchi e cosce.

Per quanto riguarda i disturbi, il primo che si avverte sono le famose vampate di calore. Le vampate segnano l’inizio della menopausa e arrivano all’improvviso sia di giorno, sia di notte.

Le vampate si presentano con sensazione di calore opprimente al viso e al collo. La pelle si arrossa e, subito dopo, si ha una copiosa sudorazione fredda.

Un altro sintomo antipatico è la secchezza vaginale. Le pareti della vagina si assottigliano diventando meno elastiche, perciò la lubrificazione naturale viene meno. Questo fastidio, sovente, crea problemi nei rapporti con il partner.

Anche il perineo perde la sua elasticità, perciò durante la menopausa si possono verificare perdite urinarie in seguito a sforzi, risate o starnuti.

Conseguenze

Quando la produzione di estrogeni diminuisce le ossa diventano molto più fragili perché cominciano a svuotarsi del calcio che ne compone la massa. Questa patologia che mette a rischio di fratture è nota con il nome di osteoporosi.

Inoltre le donne quando perdono le mestruazioni sono molto più esposte al rischio di malattie cardiovascolari. Perciò, soprattutto in questo periodo, è bene non aggiungere altri fattori di rischio come il fumo, la sedentarietà, il consumo eccessivo di zuccheri e grassi che possono provocare ipercolesterolemia e diabete.

Menopausa e alimentazione

Un’alimentazione sana ed equilibrata è fondamentale per una donna in menopausa. Una dieta equilibrata in menopausa non può fare a meno di alcuni nutrienti: calcio, vitamina D, grasso ed estrogeni vegetali.

Alimenti consentiti

Se una donna in menopausa sceglie con cura gli alimenti, può fare a meno di ricorrere agli integratori. Per garantire all’organismo il giusto apporto di calcio e vitamina D, indispensabili per contrastare l’osteoporosi, bisogna preferire gli alimenti ricchi di queste sostanze.

Via libera, dunque, a latte, latticini, pesci, tuorlo d’uova crostacei, frutta, cereali integrali, ortaggi e verdura. Per sopperire alla carenza di estrogeni, si possono consumare alimenti ricchi estrogeni vegetali e di fitosteroli come semi di zucca e legumi.

Anche in menopausa bisogna bere molta acqua, almeno due litri al giorno. Se abitualmente si beve acqua minerale, è bene far cadere la scelta su quella che ha un maggior contenuto di calcio.

Alimenti proibiti

Una donna in età fertile è protetta dalle malattie cardiovascolari dagli estrogeni. Queste sostanze, infatti, agendo come recettori epatici delle proteine, ne facilitano l’espulsione dal sistema vascolare.

In breve, grazie agli estrogeni, vene e arterie si mantengono pulite. Durante la menopausa la mancanza di estrogeni fa aumentare pericolosamente la quantità di lipidi ematici, perciò fra gli alimenti che bisogna consumare poco, o eliminare del tutto, ci sono quelli ricchi di grassi saturi e di zuccheri.

Per contrastare l’aumento di peso

Per combattere l’aumento di peso in menopausa bisogna solo condurre una vita sana. Mai cedere alla tentazione di diete drastiche o iperproteiche.

Intanto, ogni donna ha le sue esigenze biologiche perciò, se ci sono chili di troppo da smaltire, è bene affidarsi a un esperto nutrizionista per ottenere una dieta equilibrata e personalizzata. E poi, soprattutto, in menopausa è necessario non lasciarsi andare a una vita sedentaria: l’attività fisica è fondamentale per mantenersi in forma e per contrastare osteoporosi e aterosclerosi.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons