Salse durante la dieta, quali si possono mangiare?

maionese dietaLa mania delle salse è arrivata anche da noi. Nonostante le nostre mamme e le nostre nonne abbiano cercato in tutti i modi di tenerle lontane dalle nostre case, sono prepotentemente entrate un po’ nei frigoriferi di tutti.

La cattiva notizia è che molte di queste andrebbero evitate, non solo mentre si è a dieta. La buona notizia è che altre, invece, andrebbero consumate con più frequenza.

Oggi ci avventuriamo in una cultura di salse che, sebbene non esattamente nostrana, è ormai patrimonio della cucina moderna italiana, cercando di fare finalmente chiarezza su quello che è uno dei temi più dibattuti del mondo delle diete di oggi.

Il sodio è il vero nemico

Se in molti potrebbero pensare ai grassi contenuti nella maionese come simbolo della nocività delle salse, in realtà il problema ha un’altra origine. Il più grande nemico della salute contenuto nelle salsine è infatti il sodio, che spopola tra le preparazioni (soprattutto se di bassa qualità) e che è in grado di vanificare non solo gli sforzi della dieta, ma anche di mettere a serio repentaglio la nostra salute.

Dei grassi avremo modo di parlare più avanti. Per ora preoccupatevi del sodio, contenuto in prodotti che, a prima vista, potrebbero addirittura sembrare naturali.

Senape

La senape è una delle poche salse che vengono consentite in una dieta. Ha un contenuto calorico praticamente nullo, è ricca di antiossidanti ed è capace di insaporire un piatto con una quantità minima di prodotto.

Qui si deve stare attenti però al sodio: un cucchiaino di senape normale contiene circa 60mg di sodio, quella di Digione il doppio. Quindi ok con le poche calorie, ma fate comunque molta attenzione.

Ketchup

Non fa male quanto si crede, ma meglio comunque evitare quello di origine industriale. È pieno di zucchero e di conservanti. Se non riuscite proprio a resistergli, potete sempre prepararlo a casa:

  • 6 parti di salsa di pomodoro non salata
  • 1 parte di aglio pestato
  • 1 parte di cipolle pestate
  • 1 cucchiaino di zucchero di canna

Mescolate e lasciate insaporire, e se lo preferite piccante aggiungete un po’ di peperoncino. Il gioco è fatto: facciamo sempre un minimo di attenzione nel consumarlo, dato che ogni 9 cucchiaini di salsa ce ne sarà uno di zucchero.

Maionese sì, ma light

La maionese non deve essere per forza bandita dalla dieta. Si può consumare una versione light, che contiene meno di 50 calorie per cucchiaino di prodotto. 

C’è un altro trucco per conservare il gusto senza mettere su chili di troppo: mescolatela in parti uguali con yogurt greco senza grassi. Avrete il sapore della maionese con un conto calorico però decisamente inferiore.

Salsa barbecue

È buonissima, e può cambiare il sapore dello scialbo petto di pollo da dieta. Anche qui però vale quanto detto per il ketchup. Nei prodotti industriali c’è tanto zucchero e tanto sale. Meglio non esagerare e abituarsi a controllare le etichette prima di comprarle.

Aceto

L’aceto è un ottimo prodotto, e può essere aggiunto senza problemi alla dieta. Potete anche usarlo per condire le verdure bollite, preparando una vinaigrette con aggiunta di olio d’oliva. L’aceto, che ha solo 18 calorie per 100 grammi, è un aiuto fondamentale per chi è a dieta e non vuole rinunciare a piatti gustosi.

Aceto balsamico

L’aceto balsamico è molto diverso dalla sua versione… tradizionale. Qui le calorie sono molte di più: 88 per 100 grammi di prodotto. Il vantaggio è che però basta davvero pochissimo prodotto per dare un tocco di vitalità a piatti altrimenti spenti.

Si può consumare a dieta? Assolutamente sì.

Wasabi

È una crema densissima di colore verde e dal sapore molto piccante. È diventata popolare nel nostro paese grazie ai molti sushi bar che ormai affollano la penisola ed è un ottimo prodotto da aggiungere alla dieta. Sono circa 1 caloria per grammo, ma ne basta davvero pochissimo per condire. Approvato.

Yogurt greco

Lo yogurt greco (che poi è identico a quello turco) è un prodotto che non dovrebbe mai mancare dal frigorifero di chi è a dieta. Ha poche calorie e tante proteine, ed è in grado di insaporire o prestarsi alla preparazione di tantissime salse. Consumarne di più è sicuramente una buona scelta, soprattutto se siamo un po’ stanchi di assumere proteine con le carni magre tipicamente inserite nei piani dietetici.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons